Gianluca Vacchi, l’IMA precisa: Non ha alcun potere

Non è tutto oro quel che luccica: lo avrà capito anche Gianluca Vacchi che ha passato tutta la vita a cercare di conquistare la notorietà, ed ora che ci è riuscito grazie a dei balletti demenziali virali sui social, è stato “scaricato” dall’azienda di famiglia, che di fatto dimostra al mondo quanta poca sostanza ci sia dietro l’uomo che ostenta lusso ed una vita “esagerata”.

L’Ima in pratica ha preso le distanze da Gianluca Vacchi: “Non ha alcun potere e non è direttamente coinvolto nella gestione della compagnia“.

Con riferimento – recita il comunicato dell’IMA – all’interesse generato dalla presenza attiva del Dr. Gianluca Vacchi sui social media e la serie di considerazioni che sono apparse negli ultimi giorni sulla stampa. In linea con la sua politica di trasparenza, come previsto per una società quotata in borsa, essendo citata in varie occasioni, l’Ima vorrebbe dare informazioni corrette ai suoi azionisti e clienti. Questo – si legge ancora – al fine di evitare disinformazione sulla realtà dell’azienda, che è esclusivamente focalizzata sulla crescita e sull’aumento della competitività del Gruppo nell’ambito del mercato globale, pur rispettando la storia di una company fortemente radicata in Italia. In questo contesto generale, e al fine di fornire i chiarimenti sopracitati, senza voler interferire nelle decisioni private di coloro che possono essere collegati direttamente o indirettamente alla IMA S.p.A., abbiamo ritenuto utile specificare quanto segue“.

Per quanto riguarda la storia della società – puntualizzano -, IMA non è stata fondata dal padre di Gianluca Vacchi, come invece ha dichiarato in contraddizione con le corrette informazioni. L’origine di IMA è legata, più di mezzo secolo fa, alla volontà della famiglia Vacchi di investire il reddito prodotto da altre attività in una serie di progetti innovativi presentati loro da inventori e designer creativi e inclini alle tecnologie. Questo incontro tra l’apertura mentale degli imprenditori e una forte base tecnologica ha dato a Ima la capacità di crescere con una solida base di ricerca e innovazione“.

Su cosa abbia scatenato una reazione così stizzita, al momento si possono solo avanzare ipotesi.

Next Post

Braccialetti Rossi, la terza stagione pronta a sbarcare in tv

Le prime due stagioni hanno avuto un successo che neppure i suoi stessi ideatori e produttori si aspettavano, conquistando un pubblico trasversale per sesso ed età, ed ora che la terza stagione è stata ufficialmente presentata, non sembra neppure troppo presto per pensare e sperare in una quarta. Dal 16 […]