Gilmore Girls: A year in the life, i fans già guardano oltre

Dopo dieci lunghissimi anni di attesa e suspense, le ragazze Gilmore sono tornate a raccontarci della loro vita e delle loro straordinarie avventure, soprattutto in ambito amoroso: Gilmore Girls: A year in the life è arrivato su Netflix e i fans sono letteralmente impazziti.

In quattro episodi, da 90 minuti ciascuno e dedicati a una singola stagione, riscopriamo le ragazze Gilmore un po’ invecchiate ma sempre in gran forma, che bevono caffè, mangiano tacos e parlano a manetta a suon di citazioni pop.

Si è deciso di tornare a Stars Hollow per il desiderio di dare una degna conclusione a una delle serie più seguite della televisione, a una storia che ci ha accompagnati per anni, esattamente dal 2000 al 2007, ma rimasta orfana della sua creatrice nel 2006, che non aveva avuto l’opportunità di concludere alla sua maniera: questi quattro episodi ci sono veramente riusciti?

Senza voler fare fastidiosi spoiler, Gilmore Girls si conferma una serie ben confezionata e scritta ma con davvero poca sostanza, che si regge più sull’ottima sintonia tra le protagoniste Lauren Graham e Alexis Bledel che su una effettivo intreccio narrativo.

Il ritorno di Gilmore Girls è più che altro un’operazione furba e perfettamente realizzata, un’operazione nostalgia il cui significato “emozionale” va oltre il contenuto o la struttura narrativa.

Tuttavia, il finale di A year in the life non era affatto chiuso, tanto da far sperare in altri episodi nel futuro. Ci sono davvero tante questioni in sospeso, che riguardano soprattutto Rory e le ormai già celeberrime ultime quattro parole che finalmente sono state svelate.

Loading...
Potrebbero interessarti

The Other Side of the Door, la porta del confine tra vivi e morti

Johannes Roberts ci propone un horror paranormale da brivido: The Other Side…

“Toto Cutugno canta “L’Italiano” in cinese per le vie della Chinatown di Milano

Da mercoledì 3 Giugno 2015 andrà in onda su Real Time, ovvero…