Giordania, sommerso persino il sito archeologico di Petra

I giorni scorsi sono stati veramente terribili per la nostra penisola sul fronte maltempo, con intere regioni devastate dal maltempo, da alluvioni ed esondazioni.

Ma anche altre regioni del mondo stanno vivendo una situazione simile: in Giordania, ad esempio, le piogge stanno mietendo vittime, il cui numero aumenta di ora in ora.

L’acqua ha completamente invaso l’area archeologica giordana di Petra, uno dei siti archeologici più famosi al mondo. In quel momento 3700 turisti stavano ammirando la città scavata nella roccia in epoca ellenistica, un dedalo di tombe e templi tra canyon e strette vallate.

Finora almeno 11 persone sono morte, per le inondazioni improvvise dovute alle forti piogge che hanno colpito Petra.

Nei pressi di Madaba, un’altra delle mete turistiche più famose per i suoi mosaici, una famiglia giordana è morta in un’auto travolta dalla piena e anche l’Autostrada del Deserto, l’arteria più importante del Paese, è stata interrotta per gli allagamenti.

Il governo di Amman ha reso noto di aver provveduto all’evacuazione di circa 4mila persone – tra cui molti turisti – che erano rimaste bloccate dalle inondazioni.

Fenomeni simili, dicono gli esperti, non si vedevano da decenni in Giordania ed è proprio per questo che le conseguenze probabilmente sono ancora più gravi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Conoscete le raccapriccianti morti dei 12 apostoli?

Paolo disse che la Casa di Dio fu costruita sulla base di…

Annuncio matrimoniale: Cerco sposa non dipendente dai social

Un annuncio matrimoniale per ricercare una sposa che “non sia dipendente dai…