Giovanni Allevi, operazione d’urgenza alla retina in Giappone

La notizia che ha fatto il giro del mondo nelle scorse ore ha colpito al cuore i suoi fans, che non solo si sono preoccupati della salute del loro beniamino, ma che si sono dovuti arrendere al pensiero che purtroppo per qualche settimana, se non mese, dovranno farea meno dei live del loro beniamino, in tournée mondiale con la sua musica capace di incantare chiunque.

Giovanni Allevi se l’è vista davvero brutta: mentre si trovava in Giappone, in conclusione del Japan Tour 2017, il 48enne compositore marchigiano è stato sottoposto a un intervento d’urgenza agli occhi, a causa di un improvviso distacco della retina.

Lo ha comunicato lo stesso musicista su Facebook: “Sono momenti certo difficili, in cui ti accorgi della bellezza di ciò che hai, solo quando la perdi. Non si cambiano gli eventi, ma possiamo solo accettarli e trovare in essi un senso più profondo”.

Nello stesso messaggio poi “Approfitto per ringraziare per l’affetto e i tanti messaggi di vicinanza. Le parole giuste forse per questo momento sono solo: “Ganbatte!” (Trad. “Coraggio!”) e “Nozomi!”(trad. “Speranza”). Spero di rivedervi presto… nel vero senso della parola! Un grandissimo abbraccio!!”.

Allevi è stato operato con successo nella giornata di ieri. I prossimi concerti estivi subiranno alcune variazioni per permettergli di recuperare appieno la condizioni fisica migliore per suonare.

A breve sui suoi siti ufficiali saranno comunicati tutti i dettagli relativi alle possibili modifiche al programma di concerti previsti questa estate.

Le date italiane estive (10 Luglio a Pistoia, 15 Luglio a Loano, 16 Luglio a Pavia, 24 Luglio a Lerici) saranno quindi posticipate a data da destinarsi.

Giovanni Allevi è uno dei più noti musicisti e compositori italiani. Pubblica il suo primo album nel ’97 sostenuto fortemente dal bassista di Lorenzo Cherubini alias Jovanotti, caro amico di Allevi. Un album solo pianoforte dal titolo 13 Dita. Da allora ha all’attivo ben 9 album in studio, di cui l’ultimo Love, pubblicato nel 2015. Nonostante il grande successo mediatico e commerciale, l’artista ha ricevuto anche molto giudizi negativi, soprattutto da esponenti della musica classica, tra cui Uto Ughi.

Next Post

Gemma Galgani girerà l’Italia col Chi Summer Tour 2017

Gemma Galgani, nella sua lunghissima permanenza sul trono over di Uomini e Donne, ci ha insegnato che non è mai troppo tardi per credere nel vero amore, per cercare l’uomo che ti fa sentire le farfalle nello stomaco ad un’età in cui moltissime donne si “accontentano” di essere mamme e […]