Gli angeli custodi sono reali? Tu ne hai uno?
Gli angeli custodi sono reali Tu ne hai uno

Quando ero incinta di mia figlia di otto mesi, ero così stanca e delusa da mio figlio di due anni. Il suo comportamento era diverso rispetto ad altri bambini. Successivamente, a quattro anni, gli fu diagnosticato l’ADHD con insufficienza neurologica e comportamento provocatorio, ma allora non sapevo che cosa non andava in lui. Ero così spaventata che l’altro mio figlio sarebbe stato allo stesso modo. Ero così stanca perché mio figlio non dormiva quasi mai di notte e avevo un marito sul quale non potevo contare. Mi sentivo un fallimento“.

Verso le 7, ho sentito bussare alla porta, troppo presto perché qualcuno venisse a visitarmi. Mi sono alzatoa, ma la mia porta si stava già aprendo. Mi sono spaventata perché le uniche due persone con le chiavi erano il mio allora marito e il padrone di casa. Mio marito stava lavorando e il mio padrone di casa non avrebbe osato farlo. Ma chi ho visto? Mio nonno che sale su per le scale sorridendo, a quel punto ho urlato dalla felicità. ‘Come hai fatto il viaggio?’ Ho chiesto. “Chi ti ha portato qui? Perché non mi hai chiamato?” L’ultima volta che ho saputo, mio ​​nonno era malato a letto e questo era qualche giorno prima, poi mi ha detto che era venuto a trovarmi per un momento“.

Poi chiese: ‘Dov’è tuo figlio?’ Gli dissi che stava finalmente dormendo, gli dissi che mi sentivo così sola, delusa dalla maternità e spaventata, mi fermò e mi abbracciò e mi disse di prepararmi un caffè per poi andare via. Sono venuto per benedire tuo figlio. Quando sono andata a letto, mi ha coperto e mi ha guardato con così tanto amore, e poi ha detto: “Avrai una bambina e lei starà bene, e anche tu starai bene“. Ho sorriso e poi ha detto: “Vieni e dammi un abbraccio. Ti amo così tanto.” L’ho fatto, ma poi ho notato che stavo abbracciando l’aria, non c’era nessuno lì. Il mio primo pensiero è stato che mio nonno è morto e ho chiamato mia nonna. Le ho chiesto di controllarlo. Chi è venuto a trovarmi quella mattina? Perché sembrava mio nonno?

Numerosi libri e vari siti Web sul tema degli angeli sono pieni di aneddoti come questo e molti ancora più incredibili. Ma gli angeli custodi esistono? A volte vengono in aiuto e conforto degli umani bisognosi? Perché sembrano e aiutano alcune persone e non altre? Hai un angelo custode? In tal caso, come puoi scoprirlo? E come puoi contattare il tuo?

Un recente sondaggio pubblicato sulla rivista Time ha rivelato che il 69% degli americani crede negli angeli e il 46% di quel gruppo crede di avere un angelo custode personale. Non ci sono prove scientifiche per gli angeli, ovviamente. L’unica “prova” che abbiamo per la loro esistenza è la lunga tradizione religiosa, storie della Bibbia e molti aneddoti, come quello sopra, di persone che credono che questi esseri spirituali abbiano influenzato la loro vita. Alla fine, gli angeli sono una questione di fede, e molti credenti hanno offerto le loro opinioni su quale ruolo può avere un angelo custode nella vita di una persona e anche su come puoi chiedere il loro aiuto.

Cosa sono in realtà gli Angeli Custodi?
Si pensa che gli Angeli custodi siano esseri spirituali “assegnati” per assistere le persone qui sulla Terra in vari modi. Se c’è un angelo per persona, un angelo per più persone o più angeli per una persona è discutibile. Ma che tu ci creda o no, o che tu ne voglia o no, i credenti insistono sul fatto che tu abbia un angelo custode.

Qual è il loro incarico? Secondo “Encounters of the Angelic Kind” di Future365 “ci intercettano in molti momenti della nostra vita e aiutano a farla funzionare senza intoppi. A volte fanno questo ispirando un pensiero che ci spinge all’azione, in altri, è per darci forza. In effetti, ci sono molti casi, che sono spesso attribuiti a fortuna, coincidenza o persino un miracolo, ma che hanno il tocco di una mano di luce dietro di esso “.

Quindi perché gli angeli non vengono in aiuto di una persona ogni volta che viene richiesto? A volte, sostiene l’articolo, “gli angeli devono indietreggiare, pur offrendo solo sostegno amorevole, mentre elaboriamo le cose per noi stessi, questi sono i tempi in cui ci sentiamo soli, il buio prima dell’alba“.

Come capiamo che un angelo custode è accanto a noi?
Perfino quelli che credono nell’esistenza degli angeli ammettono che raramente fanno un’apparizione fisica. Tuttavia, ci sono altri modi in cui gli angeli custodi possono far conoscere la loro presenza, dicono.

Alcune persone dicono di sentire suoni angelici totalmente al di là della percezione umana“, secondo l’articolo “Angeli” su Future365. “Altri hanno una sensazione di improvviso calore o conforto, o, in momenti di tristezza o dolore, un delicato mantello di ali piumate che si avvolgono dolcemente intorno a loro. A volte l’energia dell’angelo può sembrare completamente diversa – come un improvviso flusso d’aria creato dal passaggio di un “angelo in missione” alla velocità della luce. Questo è spesso notato in momenti di imminente disastro. Altre volte, si avverte semplicemente una presenza inspiegabile “.

Loading...
Potrebbero interessarti

NDE: Ero morta, ho visto Gesù accanto a Dio

Una donna afferma di essere stata di fronte a Gesù Cristo e…

Bambino clandestino scoperto chiuso in valigia ottiene permesso di soggiorno

La sua immagine ha fatto il giro del mondo in pochissime ore,…