I genitori hanno un figlio preferito: Uno studio lo conferma

Uno studio conferma come in realtà i genitori hanno un figlio preferito, ma come si fa a capire perché.

I sociologi hanno intervistato 384 coppie di fratelli e hanno trovato uno schema piuttosto interessante.

Se non hai il lusso di essere figlio unico e i tuoi genitori sono costretti a dividere il loro amore e affetto, probabilmente avrai notato che spesso c’è un po’ di squilibrio.

Tuo fratello ha sempre avuto una sorpresina dopo cena? Tua sorella organizzava feste di compleanno “migliori”, hai sempre pensato che tuo fratello o tua sorella erano i “cocchi” di mamma o papà?

Da tempo sono in molti ad affermare che i genitori abbiano un figlio preferito, ma ora alcuni sociologi pensano di averlo finalmente dimostrato.

Secondo l’abstract per il loro studio, hanno esaminato i collegamenti tra il trattamento differenziale dei genitori, la percezione dei pregiudizi dei fratelli e il loro senso di autostima in 384 coppie di fratelli.

Hanno scoperto che l’ordine di nascita era “significativamente associato con l’autostima e la percezione del trattamento differenziale materno e paterno“.

Cosa significa esattamente?

Si è scoperto in pratica che il fratello maggiore sente di ricevere il trattamento migliore dai loro genitori, mentre i più piccoli, dunque quelli arrivati successivamente, sembrano ricevere un’educazione e un trattamento più severo.

Secondo lo studio, anche i genitori lo hanno confermato. Quasi tre quarti delle madri (74%) e il 70% dei papà hanno ammesso di avere cura di un figlio meglio di un altro.

Potrebbero interessarti

Cervello di maiale tenuto in vita per 36 ore

La notizia arriva direttamente da un neuroscienziato della Yale University che sostiene…

Neonato trovato vivo in un fogna, incredibile

Trovato vivo in una fogna, un neonato salvato da alcuni passanti che…

Baby shower party: come renderlo indimenticabile

Il baby shower party è una festa molto particolare e caratteristica, che…

Abercrombie, nuovo episodio discriminatorio ai danni di un 24 enne troppo vecchio

Non è la prima volta che la nota marca di abbigliamento entra…