I libri di Harry Potter sono stati bruciati in Polonia

Harry Potter è senza dubbio il maghetto più famoso al mondo, grazie ai libri che la sua autrice è riuscita a vendere in ogni angolo del globo, ma anche a film e una miriade di gadget che sono stati realizzati per cavalcare l’onda di un fenomeno così popolare.

Naturalmente tutti sanno che il Maghetto è frutto della penna e dell’ingegno di J. K. Rowling, ma incredibilmente qualcuno li considera nientemeno che sacrilegi, tanto da arrivare a bruciarli, come si faceva ai tempi dell’Inquisizione, con i libri che non convergevano con i dettami della fede.

L’incredibile fatto si è svolto nel nord della Polonia, quasi 200 chilometri a ovest di Danzica. Qui alcuni preti cattolici, nel corso della funzione religiosa domenicale, hanno dato alle fiamme oggetti additati come blasfemi e tra questi, appunto, i volumi della saga di Harry Potter.

I libri della saga sono stati presumibilmente presi di mira per i riti magici descritti nei romanzi.

La storia ha presto fatto il giro del mondo perché le immagini del rogo sono state pubblicate e diffuse dl gruppo Facebook ‘Fondazione degli Sms dal Paradiso’, che conta più di 20mila iscritti.

Next Post

Beve succhi per tre settimane, la dieta le procura danni al cervello

La cosiddetta dieta alternativa che ha portato a consumare per tre settimane consecutive solo succhi. Una donna di 40 anni è stata ricoverata dopo aver seguito una speciale dieta detox come riporta lo Sportello dei diritti che spiega come sono in tantissimi a seguire questa tipologia di dieta. Una moda […]