I supervulcani che possono distruggere la Terra da un giorno all’altro

Redazione

Ci sono molte minacce a tutti gli esseri viventi sul pianeta, una di queste sono i vulcani. Ci sono almeno tre supervulcani che non assorbono energia.

I supervulcani che possono distruggere la Terra da un giorno ad altro

Il primo gruppo di giganti pericolosi si trova in Alaska. Cleveland, Carlisle, Herbert, Cagamil, Tana e Uliaga si preparano a fondersi in una bomba a orologeria. La caldera raggiunge i 20 chilometri di diametro. Secondo il geofisico John Power, l’atmosfera si sta riscaldando sotto il vulcano. Un’eruzione in 8 punti rovinerebbe l’America ed oltre.

Il secondo della lista è Yellowstone. Le dichiarazioni dei vulcanologi dell’Università dell’Arizona sono spaventose: l’eruzione potrebbe avvenire nel prossimo decennio. Il magma è in grado di sgorgare in un attimo, non si parla di millenni. La caldera si estende per 60 chilometri, la superficie della terra è aumentata di 25 centimetri.

E il terzo oggetto è un vulcano di dieci chilometri nel Mar Cinese Orientale. L’ultima volta che il magma è esploso dalla caldera di Kikai è stato 7,3 mila anni fa. Verso l’esterno arrivarono 500 km/3 di materia incandescente. Durante la prossima eruzione sono previsti volumi ancora più grandi.

I vulcani possono cambiare il clima in modo assoluto su tutto il pianeta.

Next Post

La pandemia ridurrà la fertilità entro il 2045

Secondo l’INSEE (Istituto Nazionale di Statistica e Studi Economici), il numero di nascite registrate a gennaio è diminuito del 13% rispetto a gennaio 2020. Un calo senza precedenti dal 1975, in un contesto “di crisi sanitaria ed elevata incertezza, che potrebbe aver scoraggiato le coppie dalla procreazione o incoraggiate a rinviare i […]
La pandemia ridurra la fertilita entro il 2045