Il piccolissimo asteroide 2015 TC25 dà spettacolo

Eleonora Gitto

Il piccolissimo asteroide 2015 TC25 dà spettacolo.

Giacché ci sono asteroidi anche di notevole taglia, perché un asteroide che misura appena due metri di diametro dovrebbe fare notizia?  E come hanno fatto a trovarlo e studiarlo visto che è così piccolo?

Presto detto. Intanto il sassone è passato a soli 128.000 chilometri dalla Terra, che, astronomicamente parlando, è una distanza infinitesimale.

Si tratta di uno di quegli asteroidi che sono potenzialmente pericolosi proprio perché arrivano a transitare a distanze dalla Terra molto minori di quella della luna.

In secondo luogo perché, rispetto alla media degli altri asteroidi, è molto più brillante.

Il suo albedo, infatti, cioè la percentuale di luce riflessa dal sole, è molto alta, fino a sfiorare il 60%.

Questo perché la composizione della sua roccia è fatta essenzialmente da minerali lucenti, soprattutto silicati.

Il piccolo oggetto viene studiato da ben 4 grandi telescopi terrestri, ed ha un periodo di rotazione su se stesso molto veloce, circa due minuti.

Secondo gli studiosi 2015 TC25 potrebbe essere stato originato a seguito dell’impatto di un altro oggetto roccioso sul suo asteroide genitore 44 Nysa, che si trova nella fascia degli asteroidi fra Marte e Giove.

Next Post

Pistoia: un nuovo tempo per la capitale italiana della cultura

A Pistoia, Capitale Italiana della Cultura, si parla di “Un nuovo tempo per la città”. Venerdì 2 dicembre a Palazzo Strozzi a Firenze è stato presentato il progetto di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017. Sabato pomeriggio, 3 dicembre, invece, nella Sala maggiore del Palazzo comunale sono stati illustrati i […]
Pistoia un nuovo tempo per la capitale italiana della cultura