Il sesso orale aumenta la possibilità del cancro?

Redazione

Le segnalazioni di un aumento del cancro della testa e del collo causato dal papillomavirus umano o dall’HPV hanno portato alcuni a suggerire che i cambiamenti nel comportamento sessuale, in particolare l’aumento del sesso orale, siano responsabili.

Tuttavia, gli esperti affermano che tali conclusioni potrebbero essere premature, o almeno sopravvalutate, portando a preoccupazioni inutili.

Mentre il sesso orale può essere un fattore di rischio per alcuni tipi di cancro della testa e del collo, il collegamento a questo punto è speculativo, dicono gli esperti.

Inoltre, ci sono molti altri elementi che giocano un ruolo nel fatto che una persona sviluppi il cancro, inclusa la forza del sistema immunitario, ha affermato Sara Rosenquist, psicologa e terapista sessuale della Carolina del Nord.

In generale, non è necessario che gli individui nelle relazioni monogame limitino le loro attività sessuali se la coppia è in buona salute, ha affermato Rosenquist.

Rosenquist ha recentemente scritto un articolo sul Journal of Sexual Medicine per sfatare i miti sul sesso orale e sul cancro.

Il sesso orale aumenta la possibilita del cancro

Si ritiene che l’HPV sia principalmente trasmesso sessualmente.

I virus causano quasi tutti i casi di cancro cervicale e possono causare verruche genitali e cancro anale. Il legame tra HPV e cancro orale è meno chiaro.

Il sesso orale è stato associato ad un aumentato rischio di contrarre un’infezione da HPV in bocca e ad un aumentato rischio di sviluppare malattie dello stomaco causate dall’HPV. Ma anche il sesso in generale è stato collegato a questi rischi.

Uno studio pubblicato quest’anno sul Journal of American Medical Association (JAMA) ha scoperto che le persone che hanno riferito di aver praticato sesso orale avevano il doppio delle probabilità di avere un’infezione orale da HPV rispetto a quelle che non avevano praticato sesso orale.

Tuttavia, le persone che hanno riferito di aver fatto sesso di qualche tipo avevano otto volte più probabilità di avere un’infezione orale da HPV rispetto a quelle che non avevano fatto sesso.

Non ci sono dati che supportino direttamente un legame tra i cambiamenti nel comportamento sessuale e un aumento dell’incidenza del cancro associato all’HPV, perché i dati non esistono“, la dottoressa Maura Gillison, capo della ricerca sul cancro presso l’Ohio State University che ha studiato l’HPV, ha detto a MyHealthNewsDaily.

Un’infezione da HPV rimane se rimane nel corpo per lungo tempo, poiché le infezioni persistenti da HPV hanno maggiori probabilità di causare il cancro, ha detto Rosenquist.

E le infezioni persistenti si verificano quando il sistema immunitario del corpo non è in grado di rimuovere il virus. Quindi alcuni fattori che possono compromettere la funzione del sistema immunitario possono aumentare il rischio di cancro.

Più partner sessuali ha una persona, più il suo sistema immunitario viene sommerso, ha detto Rosenquist. Quindi, se qualsiasi cambiamento nel comportamento sessuale è responsabile della rivolta nel cancro orale causato dall’HPV, è un aumento della promiscuità, non del sesso orale, ha detto Rosenquist.

Lo studio JAMA ha scoperto che tra adolescenti e adulti che avevano avuto 20 o più partner sessuali nella loro vita, uno su cinque aveva un’infezione orale da HPV.

Un altro studio ha mostrato che le persone che avevano avuto rapporti orali con sei o più partner durante la loro vita avevano un rischio otto volte maggiore di cancro alla bocca o alla gola.

Se hai una relazione monogama e hai avuto meno di sei partner sessuali nella tua vita, è probabile che “tu e il tuo partner vi scambierete l’HPV avanti e indietro, con infezioni che crescono e diminuiscono per tutta la vita“, ha detto Rosenquist.

L’HPV non dovrebbe essere una preoccupazione per le coppie monogame se non c’è sesso al di fuori della relazione e non devono affrontare fattori che possono includere il sistema immunitario, ha detto Rosenquist.

Gli adulti sessualmente attivi hanno maggiori probabilità di beneficiare di uno stile di vita sano che promuova una buona funzione immunitaria combinata con regolari controlli medici volti alla diagnosi e al trattamento precoci“, ha affermato Rosenquist.

Rosenquist consiglia inoltre alle coppie di smettere di preoccuparsi, poiché la preoccupazione e lo stress possono anche ridurre la forza del sistema immunitario.

fonte@MyHealthNewsDaily

Next Post

Abitudini e routine: come crearle per vivere meglio

Chi l’ha detto che le abitudini sono negative? Sebbene sia sempre il caso di uscire ogni tanto dalla zona di comfort, creare delle routine quotidiane aiuta senza dubbio a cambiare la nostra vita in modo positivo, semplificandola nella maggior parte dei casi. Eppure, la costruzione di queste abitudini non è […]
Abitudini e routine come crearle per vivere meglio