Il simbolo della pace era un segno satanico?

Uno dei segni più conosciuti, a livello mondiale, è senza dubbio quello della pace, che secondo la credenza più accreditata fu creato da Gerald Holtom nel 1958 e raggiunse il successo nel decennio successivo prima a sostegno della Campagna per il disarmo nucleare e poi più in generale dell’antimilitarismo.

Holtom lo creò in occasione di una marcia contro il nucleare: aveva infatti convinto il Direct Action Committee Against Nuclear War (Dac) della necessità di dare al movimento per il disarmo un unico simbolo sotto cui riconoscersi.

All’inizio aveva immaginato tutt’altro, pare addirittura la posizione di un essere umano che solleva le braccia in preda alla disperazione, poi decise di rendere il tutto meno cupo, stilizzando il disegno nella forma che conosciamo universalmente oggi.
Holtom decise quindi di unire le due lettere N e D, che indicavano Nuclear Disarmament, traducendole dall’alfabeto semaforico, quello che viene trasmesso attraverso le bandierine.

Per tanti, però, non è questa la vera origine del simbolo, soprattutto all’epoca della sua creazione, quando scatenò violente proteste.

Secondo diversi occultisti, nel simbolo della pace è nascosta nientemeno che una croce frantumata, che è un segno ben specifico in stregoneria. Nello specifico, chi nasce cristiano e poi vuole dedicarsi all’esoterismo deve prendere una croce di ceramica e capovolgerla e spezzarla con le braccia verso il basso come simbolo del rifiuto del Calvario e della Chiesa di Cristo.

Qual è la vera origine? Arduo dirlo con certezza, ma oggi questo è simbolo di pace universalmente e questo va oltre ogni significato che può essere legato alla sua ormai lontana origine.

foto@MaxPixel

Loading...
Potrebbero interessarti

Gatto Sfinge, ecco cosa rende unico questo meraviglioso animale

Tra gli animali più amati spicca senza dubbio il gatto: nonostante un…

Scopre che la fidanzata è incinta, ma si accorge di un particolare

Ha scoperto il test di gravidanza positivo e il ragazzo è andato…