Insetticida Fipronil, bloccati tre lotti di uova sospetti in Emilia Romagna
Insetticida, bloccati tre lotti di uova sospetti in Emilia-Romagna

Insetticida Fipronil, bloccati tre lotti di uova sospetti in Emilia Romagna.

L’allarme era arrivato qualche giorno fa dalle autorità europee. Il Fipronil, un insetticida ovviamente tossico, sarebbe stato rilevato all’interno di alcune partite di uova provenienti dal nord Europa. Anche l’Italia, insieme ad altre nazioni europee, è stata interessata dall’allarme.

Il rischio per la salute non sarebbe altissimo, perché varia in funzione della quantità d’insetticida ingerita, tuttavia bisogna prestare una certa attenzione.

Luciano, Atzori, biologo ed esperto in sicurezza degli alimenti, in proposito dice: “Il rischio dipende dalla quantità di sostanza ingerita. Se una persona adulta ne ingerisce una dose minima, i rischi sono circoscritti e limitati. Solo se la percentuale è più consistente e viene assunta in modo costante nel tempo, il rischio comincia ad essere reale”.

“Ma il rischio è soggettivo. I bambini o anche gli anziani sono più vulnerabili degli adulti agli effetti tossicologici.

Per loro anche un’assunzione limitata nel tempo e nella quantità può causare rischi”. Nel frattempo le autorità italiane si stanno muovendo, e tre lotti di uova che provengono dal Belgio, dalla Germania e dall’Olanda, sono stati sottoposti a fermo cautelativo. Le Province interessate dai provvedimenti amministrativi, sono quelle di Parma e di Bologna.

L’Assessore alla Sanità della Regione Emilia Romagna, Sergio Venturi, ha dichiarato: “La Regione è pronta a mettere in campo tutti i controlli e le azioni necessarie, a cominciare dai campionamenti che faremo partire dai prossimi giorni, per tutelare e garantire la sicurezza dei cittadini.

La nostra attenzione rimarrà alta fino a quando la situazione non sarà tornata alla completa normalità. Mi pare di poter dire che, anche in questa occasione, la rete dei controlli ha funzionato”.

Dal canto suo, l’Assessore Regionale all’Agricoltura, Simona Caselli, ha aggiunto: “Le uova fresche italiane sono molto controllate e non ci sono problemi”.

Infine, anche il Direttore Generale della Sicurezza Alimentare del Ministero della Salute, Giuseppe Ruocco, precisa ulteriormente: “Concretamente i rischi per la salute dell’uomo legati al consumo di uova contaminate con il Fipronil sono piuttosto modesti. I pericoli sono strettamente collegati alla quantità di sostanza ingerita. E, per il livello di contaminazione reperito nei Paesi dove sono state trovate queste uova, considerando la quantità dei consumi abituali degli Italiani, anche l’elevata ingestione non avrebbe effetti gravi”.

Il Fipronil è un insetticida utilizzato solitamente per combattere le zecche, Si tratta di un prodotto a effetto lento, usato soprattutto per colpire colonie di insetti che tendono a spostarsi da un punto all’altro.

Potrebbero interessarti

Protezione Civile, attenzione ai botti di capodanno

Il Capodanno è ormai passato e in attesa di fare la terribile…

Vipere, attenzione al morso unico serpente velenoso presente in Italia

In queste ore si è avuto modo di parlare molto del ragno…

Influenza aviaria, nuovo focolaio vicino Asti

L’influenza aviaria è una malattia virale che colpisce per lo più gli uccelli…

Istat, cresce l’aspettativa di vita ma anche le sofferenze

Che l’Italia sia sostanzialmente un paese “vecchio” è un dato incontrovertibile, che…