Instagram, scovate 13 app ladre di credenziali di accesso

Eleonora Gitto

Su Play Store di Google sono state scovate ben 13 app che rubavano le credenziali di accesso su Instagram.

Le app, indicate con il nome di Android/spy.Inazigra, rubavano le credenziali per accedere al social e le inviavano a un server remoto gestito da cyber criminali.

I ricercatori di Eset, che hanno scovato le app truffaldine, hanno spiegato che circa un milione e mezzo di utenti in tutto il mondo le ha installate.

Purtroppo, solo dopo la notifica del produttore di software di sicurezza informatica, non sono più apparse su Play Store.

In una nota di Eset si legge che queste app si comportavano tutte allo stesso modo: stessa tecnica di raccolta delle credenziali, stesse modalità di invio a un server remoto.

Le app ladre ammaliavano gli utenti con un canto per molti irresistibile: la promessa di un aumento veloce di follower, like e commenti sul proprio account di Instagram.

Addirittura una di queste app, più sfrontata delle altre, proponeva all’utente l’accesso tramite una schermata parallela e uguale di Instagram.

Le credenziali dell’utente che cadeva nella trappola, erano immediatamente inviate in formato testo a un server remoto.

Dopo aver immesso le sue credenziali, all’utente non era più possibile accedere al proprio account e un messaggio lo invitava verificare le credenziali sul sito ufficiale di Instagram.

Gli account “conquistati” in questo modo subdolo, erano poi utilizzati per far lievitare il numero dei seguaci di altri utenti e per diffondere spam e annunci.

Next Post

Paris Jackson rivela: Ero la principessa di Michael

L’aspirante attrice, figlia del re del pop Michael Jackson, ha rivelato alcuni particolari del suo rapporto padre-figlia con il cantante. Paris Jackson ha parlato del padre e ha confermato che lei era la preferita di Michael: “Per lui io ero la sua principessa” ha dichiarato la ragazza oggi 18enne, poi […]
paris jackson ero la regina di michael