Invecchiamento peggiora con l’esposizione alla luce blu degli smartphone

Redazione

Gli scienziati dell’Oregon State University hanno scoperto che gli effetti dannosi della luce blu quotidiana di vari dispositivi elettronici possono accelerare il processo di invecchiamento.

Invecchiamento peggiora con esposizione alla luce blu degli smartphone
foto@depositphotos.com

Uno studio che spiega questo collegamento è stato pubblicato su Medical Xpress.

Durante il lavoro, gli esperti hanno esposto un moscerino della frutta, chiamato anche Drosophila melanogaster, a radiazioni nocive.

Erano interessati non solo agli effetti patologici della luce blu sui mitocondri cellulari, ma anche ai suoi effetti nel tempo nei soggetti anziani.

La conduzione di esperimenti sui moscerini della frutta è dovuta a un modello simile di struttura cellulare con gli esseri umani. In primo luogo, gli insetti sono stati irradiati all’età di due giorni, quindi soggetti di 20, 40, 60 giorni.

Si è scoperto che l’effetto dannoso aumenta solo nelle mosche più vecchie. I risultati sono anche coerenti con i risultati di uno studio precedente che ha rilevato che l’esposizione a lungo termine alla luce blu influisce sulla durata della vita di Drosophila melanogaster, indipendentemente dal fatto che brilli o meno nei loro occhi.

Nell’ottobre 2022, Olga Zincheva, neurologa e sonnologa russa, ha spiegato i pericoli dell’uso di dispositivi, quali smartphone, prima di coricarsi.

Le radiazioni possono influenzare negativamente gli occhi, i ritmi biologici, provocare insonnia, mal di testa e altro ancora.

Next Post

La frutta matura prima in un sacchetto di carta?

Si è sentito spesso parlare di sacchetti di carta per la frutta, ma davvero questi fanno maturare prima la frutta? È vero ma dipende dal materiale, come rivela il portale howstuffworks, alcuni frutti passano il gas, il gas etilene per l’esattezza. Viene rilasciato dalle punte in crescita di radici, fiori, […]
La frutta matura prima in un sacchetto di carta