La frutta matura prima in un sacchetto di carta?

Redazione

Si è sentito spesso parlare di sacchetti di carta per la frutta, ma davvero questi fanno maturare prima la frutta?

La frutta matura prima in un sacchetto di carta
foto@depositphotos.com

È vero ma dipende dal materiale, come rivela il portale howstuffworks, alcuni frutti passano il gas, il gas etilene per l’esattezza.

Viene rilasciato dalle punte in crescita di radici, fiori, tessuti danneggiati e durante la maturazione. Questo ormone è responsabile di diversi effetti vegetali, uno dei quali è la maturazione. Quando il frutto matura, l’etilene converte l’amido nella polpa del frutto in zucchero, creando un frutto più dolce e gustoso.

Quando un frutto che produce gas etilene viene posto in un ambiente chiuso come un sacchetto di carta, il gas inizia ad accumularsi attorno ad esso, dandogli essenzialmente una buona dose di spinta alla maturazione.

E così, il frutto matura più velocemente. Puoi anche aggiungere un frutto maturo a uno acerbo per un ulteriore apporto di etilene.

Anche i sacchetti di plastica possono intrappolare il gas etilene, ma non sono traspiranti. Quindi, intrappolano anche l’umidità che può far marcire il frutto prima che maturi.

I sacchetti di carta, marroni o bianchi o di qualsiasi colore intermedio, sono ideali perché favoriscono il flusso d’aria.

Ma non sono l’unico contenitore ideale per la maturazione. Puoi anche conservare i frutti in maturazione in altri materiali traspiranti come un panno di cotone o persino ciotole di riso (sebbene questa opzione non sia l’ideale per i frutti dalla buccia più morbida come le pesche).

Esistono due classificazioni di frutta nel regno della maturazione: climaterica e non climatica. In breve, i frutti climaterici producono gas etilene e continuano a maturare dopo essere stati colti, mentre i frutti non climalterici no e quindi dovrebbero essere raccolti solo quando sono completamente maturi.

Il momento ottimale per mangiare un frutto, ovviamente, è quando è maturo perché è al massimo del suo profilo di sapore e consistenza.

Ma i frutti climaterici vengono raccolti e inviati al supermercato prima che siano maturi. Questo perché molti si ammorbidiscono mentre maturano, il che li rende suscettibili a lividi e marciume.

Raccoglierli quando sono ancora sodi e acerbi aiuta a ridurre al minimo i danni durante la spedizione e prolunga la durata di conservazione. Quando li porti a casa, lasciali maturare per qualche giorno prima di mangiarli.

I frutti non climalteranti, invece, non continueranno a maturare né diventeranno più dolci una volta tolti dalla pianta. Pertanto, devono rimanere sulla pianta fino a quando non raggiungono la piena maturazione e mangiati poco dopo.

Next Post

Il giorno più corto della Terra, incredibile nuovo record

I dati dell’International Earth Rotation and Reference Frames Service ricevuti mercoledì 29 giugno 2022 erano 159 millisecondi in meno di 24 ore intere. Quello segnalato è stato il giorno più breve da quando gli scienziati hanno iniziato a utilizzare gli orologi atomici per misurare la velocità di rotazione della Terra. […]
Il giorno piu corto della Terra incredibile nuovo record