Isola di Roanoke, il mistero dei 150 coloni scomparsi

Redazione

La scomparsa della colonia dell’isola di Roanoke è stato uno dei più grandi misteri d’America. Così, nel periodo tra il 1587 e il 1590, 150 coloni sono letteralmente scomparsi dal territorio. Per molto tempo gli scienziati non sono riusciti a capire cosa fosse successo.

La First Colony Foundation ha risolto il mistero per sempre. Così, dopo 430 anni, sono state trovate tracce di coloni sull’isola. 

Isola di Roanoke il mistero dei 150 coloni scomparsi
foto@Wikimedia

Il loro campo era situato sulla costa dello Stretto di Albemarle. Alcune delle persone potrebbero essere rimaste, mentre altre avrebbero abbandonato il luogo per andare sull’isola di Hatteras.

Secondo alcune informazioni, i coloni erano divisi in più gruppi, anziché due. Si sono adattati con successo a vivere in nuove terre e hanno persino interagito con gli indiani. 

Il governatore dell’isola si recò in Inghilterra per reclutare strumenti e nuovi coloni.

Sfortunatamente, la nave fu attaccata dagli spagnoli, quindi il governatore non tornò fino a tre anni dopo, trovando un luogo deserto e case completamente vuote.

Secondo la teoria, gli abitanti furono presi dalla fame, quindi cercarono la salvezza nel continente. Dove siano andati esattamente è ancora un mistero. La versione dell’attacco degli indiani è stata confutata.

Next Post

Terrapiattisti cambiano idea: Spieghiamo il perchè

Un discreto numero di ormai “ex terrapiattisti” ha rivelato ciò che alla fine li ha convinti a perdere le loro convinzioni. Anche se in linea di massima basterebbero semplicemente le ragioni e le spiegazioni di uno scienziato, che possano dimostrare come il mondo è rotondo ormai da millenni, c’è un numero crescente […]
Terrapiattisti cambiano idea Spieghiamo il perche