Jeff Bezos, arriva l’addio ad Amazon

Redazione

Jeff Bezos è probabilmente uno degli uomini più ammirati al mondo e una fonte di ispirazione per centinaia di imprenditori di successo come lui.

È passato dall’essere un alto dirigente in una società di investimenti a Wall Street ad imprenditore che nel corso degli anni ha guidato una società di garage fino a diventare una delle più ricche ed importanti persone al mondo.

Suo padre era un artista e lavora in un circo, dove era noto per il suo talento per il monociclo. Dopo aver appreso della gravidanza, la coppia ha deciso di sposarsi. Tuttavia, il matrimonio non è durato più di un anno e la madre di Bezos ha deciso di separarsi.

Come molte madri single, Gise si è presa la responsabilità di suo figlio e ha fatto del suo meglio per portarlo avanti. Infatti, ha studiato in una scuola serale dove gli è stato permesso di andare con Bezos in braccio e poi è andato a lavorare in una banca ad Albuquerque.

Jeff Bezos arriva addio ad Amazon
foto@Wikimedia

A scuola è stato riconosciuto come un nerd, poiché si è sempre classificato al primo posto nelle classi e anche alla sua laurea è stato riconosciuto come il miglior studente.

Ha studiato ingegneria elettrica all’Università di Princeton e diverse biografie dell’uomo d’affari indicano che una volta che Bezos si è laureato al college, ha pensato di avviare la propria azienda. Tuttavia, ha preso la decisione di intraprendere una carriera che gli avrebbe permesso di sviluppare un’idea imprenditoriale in futuro.

Inizia così a lavorare a Wall Street ed è rapidamente passato alla società di investimenti DE Shaw, dove ha incontrato la sua ex moglie Mackenzie Tuttle, con la quale ha quattro figli, e che in seguito è stata un supporto per portare avanti quella che oggi è Amazon.

Nel 1995 Bezos crea la sua prima azienda in un garage: la famosa libreria online Cadabra.com . Lo fondò con un capitale di 300.000 dollari e il successo dell’azienda fu tale che, entro un mese dall’inizio delle operazioni, spedirono libri in 50 stati e 45 paesi, e in due mesi raggiunsero vendite per 20.000 dollari a settimana. Qualche tempo dopo, l’azienda ha cambiato il suo nome in Amazon, perché proprio come l’Amazzonia era il fiume più lungo del mondo, Bezos sognava di creare la più grande libreria del mondo.

A quel tempo partecipava lui stesso all’operatività dell’azienda. Seduto sul pavimento, era incaricato di imballare molti degli ordini ricevuti.

Un giorno, esausto, disse ai suoi quattro operai che non potevano continuare a lavorare in quel modo, che avevano bisogno di ginocchiere. E uno di loro lo guardò stupito e disse: “Ginocchiere, no. Quello che ci serve sono tavoli da imballaggio ”.

Per Bezos è stata una delle migliori idee che potesse sentire in quel momento ed è stata una delle lezioni che più lo ha segnato nella vita: ascoltare sempre i suoi dipendenti.

Una volta dimostrato il successo della sua azienda, iniziò a diversificare i prodotti e da essere la più grande libreria online del mondo a essere un negozio dove si poteva trovare di tutto.

Così, passo dopo passo, è arrivato a quella che oggi è Amazon. Una società che ha registrato un fatturato di 66,1 miliardi di dollari nel 2020, un aumento del 72% rispetto al 2019, nel mezzo di una delle più grandi crisi economiche dell’umanità.

Una società che ha un valore di mercato di 1,6 trilioni di dollari e il suo marchio è considerato uno dei più preziosi, valutato a 200.667 milioni secondo Forbes.

Questo sforzo lo ha portato ad occupare la prima posizione come l’uomo più ricco del mondo e sebbene oggi questo posto sia occupato da uno dei suoi principali avversari, Elon Musk, ha una fortuna stimata di 188.000 milioni di dollari.

Questo martedì l’uomo d’affari ha annunciato che si ritirerà da Amazon, di cui è attualmente il principale azionista con una quota del 75%. Ora si dedicherà ad altre sue attività e ad organizzazioni filantropiche, seguendo le orme di altri fondatori di importanti aziende come Bill Gates.

Continua a inventare e non disperare quando l’idea all’inizio sembra folle. Lascia che la curiosità sia la tua bussola. È ancora il primo giorno“, ha concluso Bezos la lettera ai dipendenti annunciando il suo ritiro da CEO dell’azienda.

Next Post

Cina: Vendevano falsi vaccini Covid in tutto il mondo

Le autorità cinesi hanno arrestato più di 80 sospetti membri di un gruppo criminale che produceva e vendeva falsi vaccini COVID-19, anche ad altri paesi. La polizia nelle province di Pechino e Jiangsu e Shandong ha sciolto il gruppo guidato da un sospetto soprannominato Kong, che produceva vaccini costituiti esclusivamente […]
Cina Vendevano falsi vaccini Covid in tutto il mondo