Jovanotti, la simpatica risposta a una mancata nonna

Non è certo inusuale che, ai personaggi famosi, i fans inviino lettere e messaggi di ogni sorta, con le domande e richieste più svariate, che non sempre è possibile esaudire.

Ed anche a Jovanotti, negli oltre due decenni di carriera, ne sono arrivate a decine di missive, ma una, nei giorni scorsi, è diventata virale sui social.

Una lettera carina e simpatica di una mamma che ha rivolto all’artista un’accusa ben precisa, e nemmeno tanto campata per aria, dato che è stata condivisa migliaia di volte sui social.

«Caro Lorenzo Jovanotti, sappi che ti ritengo in parte responsabile del fatto che io non sia ancora diventata nonna», così esordisce un utente su Facebook, accusando il cantante di impedirle di diventare nonna.

«E’ necessario che tu, caro Jovanotti, pubblichi una lettera aperta nella quale dichiari sotto giuramento che hai dei difetti, che ti metti le dita nel naso, che il tuo alito puzza moltissimo la mattina e che quello che scrivi è puro frutto di fantasia, che l’uomo perfetto non esiste, che nessun uomo sano di mente salirebbe su una instabile impalcatura per fare una serenata e che, nella vita, bisogna essere consapevoli che avere qualche difettino fa di noi persone più interessanti perché la perfezione è solo una grande noia», si legge ancora.

La missiva è arrivata anche al cantante, che ha deciso di rispondere, con lo stesso tono scherzoso naturalmente.

«Grande Anna! in questi giorni la tua lettera me l’hanno segnalata in tanti, dicendomi che ti devo rispondere assolutamente! Prima però ho una partita di calcetto tra ciclisti contro maratoneti, un giro in moto, la schedina del totocalcio, la terza stagione di narcos e un disco da finire per cui ti risponderò magari domani, ma dopo il moto GP, anche se Vale si è rotto una gamba. E comunque poi mi dovrò riposare quindi vedrò di risponderti forse lunedì. Intanto per favore le ordini tu le pizze?», ha scritto sui social.

«E per quel tuo proposito di diventare nonna non avere fretta, io punterò fino all’ultimo a scrivere canzoni in cui le ragazze sono magiche e le nonne sono belle come nelle foto da ragazza, e posso portare delle prove che i miei pezzi sono realistici, sono documentari in musica più che canzoni. E chi prova a contraddirmi lo stendo con una fiatata», ha chiosato.

Loading...
Potrebbero interessarti

Cliff Williams lascia gli Ac/Dc, Angus resta praticamente solo

Ci sono addii più sentiti e “pesanti” di altri, e senza dubbio…

Mariah Carey: Potevo stare ad Aspen invece che a Times Square

La serata del capodanno in Times Square ha lasciato strascichi di polemiche…