Kurt Cobain, cosa si cela realmente dietro la sua morte
Kurt Cobain cosa si cela realmente dietro la sua morte

Kurt Cobain sarebbe stato vittima di una operazione sotto copertura.

Il leader dei Nirvana sarebbe stato, per la CIA, un elemento “psicologicamente profilato” adatto dunque alle operazioni sotto copertura che andavano avanti in quel periodo.

Le rivelazioni arrivano dal DailyStar Online; Il frontman dei Nirvana è stato trovato morto a 27 anni dopo una ferita da arma da fuoco autoinflitta alla testa esattamente 25 anni fa.

La sua morte ha scatenato una serie di teorie cospirative, tra queste quelle dell’autore di un libro che punta il dito principalmente contro il governo degli Stati Uniti.

L’autore John Potash ha affermato che Cobain era tra un gruppo di musicisti, del quale facevano parte John Lennon, Jimi Hendrix e Tupac, presi di mira dalla CIA per impedire che un’ideologia di sinistra si diffondesse negli Stati Uniti .

Oggi Potash ha spiegato esattamente come la CIA avrebbe presumibilmente portato avanti i suoi piani, spiegando: “John Stockwell, un ex agente della CIA, ha detto che i suoi colleghi lavoravano in Afghanistan in quel momento e controllavano il traffico di eroina“.

Tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 tutta questa eroina usciva dall’Afghanistan e arrivava negli Stati Uniti“.

I servizi segreti degli Stati Uniti hanno palesemente chiuso un occhio sul commercio di oppio, ma Potash fa un passo in più e sostiene che erano complici.

La sua spiegazione: “Con tutta questa scorta, avevano bisogno di farla coincidere con la domanda. Il modo in cui tendevano a farlo era quello di far dipendere i migliori musicisti dalle droghe“.

Kurt Cobain, sostengo, era psicologicamente profilato per questo: aveva un suo problema allo stomaco“.

Cobain soffriva di dolore fisico intenso e prolungato a causa di una condizione cronica dello stomaco.

Si è auto-medicato con l’eroina e presumibilmente era un profilo “ideale” per sviluppare l’abitudine all’eroina per alleviare il suo dolore.

Potash ritiene che Cobain sia stato preso di mira perché era un anarchico che voleva promuovere idee di estrema sinistra attraverso il suo lavoro .

Come infatti ha spiegato il giornalista e storico canadese Max Wallace: “Per me, la prova più convincente che mi convince quasi alla certezza che Kurt sia stato assassinato, era il livello di eroina nel suo corpo“.

Non c’è mai stato un caso documentato nella storia delle forze dell’ordine in cui qualcuno potesse avere un livello tale di eroina nel suo corpo e rimanere ancora cosciente e portare comunque a termine un suicidio“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Alessandra Amoroso, molto magra ma per il tanto sport

Sono passati molti anni da quando ha vinto Amici e quindi molti…

Janet Jackson, il marito fa i bagagli per trasferirsi

Dopo gli ultimi rumors legati alla possibile separazione tra la cantante Janet…