La caffeina, rimedio naturale per tenersi svegli

Di certo non è una novità, e una buona tazzina di caffè al mattino aiuta ad affrontare meglio il mattino, ma ecco arrivare un nuovo studio a confermare le proprietà benefiche della caffeina.

I ricercatori del Medical Research Council’s Laboratory of Molecular Biology di Cambridge hanno coltivato cellule esponendole alla caffeina mostrando come questa sostanza sia in grado di alterare il ticchettio degli orologi chimici in ogni cellula del corpo umano.

Sono così arrivarti a verificare come un espresso doppio bevuto tre ore prima di andare a dormire posticipa di 40 minuti l’attivazione della melatonina, ormone che regola il ciclo sonno-veglia, rendendo più difficile addormentarsi.

Aumento della frequenza cardiaca e maggior afflusso di sangue a livello muscolare sono solo alcuni dei principali effetti che si verificano in seguito alla sua assunzione.

“Potrebbe essere utile, se si vola in aereo da est a ovest del globo, prendere la caffeina al momento giusto della giornata per accelerare il tempo che serve per superare il jet lag”, commenta alla Bbc John O’Neill, uno degli autori dello studio.

Next Post

Papa Francesco a Cuba, quel proiettile sotto l’ulivo

Papa Francesco alla vigilia del lungo viaggio che lo porterà a Cuba, ha registrato una videoconferenza al termine della quale ha simbolicamente seppellito un proiettile sotto un alberello di ulivo. La videoconferenza registrata dal Papa, e trasmessa dalla CNN spagnola, era dedicata a spettatori di eccellenza: i giovani cubani e […]
Papa Francesco a Cuba, quel proiettile sotto l’ulivo