La Calabria ha deciso di chiudere le discoteche
La Calabria ha deciso di chiudere le discoteche

Se finora i contagi da Coronavirus si sono concentrati soprattutto nel nord del paese, nelle ultime settimane focolai sono scoppiati in quasi tutte le regioni del sud.

Numeri che non rappresentano ancora un’emergenza sanitaria, ma che devono essere tenuti sotto controllo, per evitare una deriva incontrollabile.

I governatori di diverse regioni hanno quindi deciso di attuare nuovamente il pugno di ferro: se Vincenzo De Luca ha annunciato la quarantena per chi entra in Campania, la governatrice della Calabria ha deciso di chiudere le discoteche.

Nello specifico, il 13 agosto è stata pubblicata l’ordinanza con la quale Jole Santelli dispone la chiusura delle discoteche e dei locali di intrattenimento in Calabria.

La Calabria ha deciso di chiudere le discoteche

L’ordinanza, la numero 61 adottata dalla governatrice dall’inizio dell’emergenza coronavirus, ha valenza con decorrenza immediata e “fino a tutto il 7 settembre 2020, ovvero a data antecedente qualora la curva dei contagi dovesse ritornare a un livello compatibile con un rischio basso di trasmissibilità del contagio”.

L’ordinanza è stata motivata – si legge nel provvedimento del presidente della Regione Calabria – “in considerazione del notevole aumento dei casi attivi Covid-19 e dell’andamento dei focolai registrati negli ultimi giorni e collegati a cluster di ragazzi positivi a seguito di serate trascorse nei locali degli stabilimenti balneari”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Bilancio, l’Unione Europea vuole procedere contro l’Italia

La manovra di Bilancio sta proseguendo il suo iter in Parlamento per…

Papa Francesco apre il Giubileo e esorta: “Abbandoniamo la paura”

Si è svolta oggi la cerimonia di apertura del Giubileo della Misericordia;…