La morte di Marilyn Monroe era tutta una copertura
La morte di Marilyn Monroe era tutta una copertura

La morte di Marilyn Monroe è stata una copertura, questa la rivendicazione degli esperti.

Il suicidio della Monroe è stato un “insabbiamento” dimostrato dal fatto che una prova chiave del coroner è andata distrutta, stando alle ultime informazioni emerse in un documentario.

L’attrice e modella Marilyn Monroe è stata trovata morta nella sua casa di Los Angeles il 5 agosto 1962 per overdose.

Ma quando non fu trovato nessun indizio che poteva far presagire un possibile suicidio e le discrepanze erano molteplici, le teorie complottistiche sono venute fuori confermando che l’attrice icona di Hollywood sarebbe stata assassinata.

L’investigatore privato Timothy Cooper, in un documentario proprio su Marilyn Monroe, ha rivelato che quanto apparso inizialmente non era in realtà come sembrava e il coroner aveva stilato due rapporti distinti.

Non ci possono essere discrepanze, non può esserci conflitto“, ha detto. “Quando una persona muore, può esserci solo una relazione da parte del coroner. Non possono essercene due. Se ce ne sono due, c’è un insabbiamento.

Entrambi i coroner hanno stabilito che Marilyn è morta per “probabile suicidio” ma il Dr Thomas Noguchi, in particolare, ha rifiutato confermare definitivamente che si era suicidata.

Nella clip del 1962, affermò: “Non c’era nessuna nota di suicidio, e non era certo una tipica scena di suicidio“.

Per avere una visione completa della causa della morte, il dott. Noguchi ha inviato campioni di organi per l’analisi microscopica.

Ma, misteriosamente, i campioni sono stati distrutti prima che i test potessero essere eseguiti.

Tutto questo ha portato il dottore del coroner a rivelare:

Non credo che questo caso sia totalmente chiuso. Quando ho scoperto che i campioni erano spariti, sono rimasto sorpreso. È come un puzzle e ci sono cento pezzi. Credo che manchino una dozzina di pezzi.

I file della polizia sono scomparsi, con i funzionari che affermano che sono stati “distrutti in conformità con le procedure dipartimentali“.

E anche le foto del corpo di Marilyn sono state “apparentemente” distrutte.

Loading...
Potrebbero interessarti

Adriana Volpe, il marito la difende attraverso i social

Se non proprio la pace, quantomeno una tregua è stata stabilita tra…

Eva Grimaldi, e quell’incredibile gaffe che svela tutto

Che la maggior parte dei programmi televisivi abbiano un copione già scritto…