Lele Mora, dal carcere ad un futuro da politico?
lele mora dal carcere alla politica

Non è certo uomo da arrendersi e, se ha dovuto abituarsi al passaggio “dalle stelle alle stalle”, dopo la reclusione in carcere, Lele Mora è finalmente un uomo libero e nel suo futuro vede addirittura una partecipazione attiva in politica.

“Il 31 maggio, giorno del mio 62/o compleanno, annuncerò a Milano la mia discesa in campo in politica con un movimento – Libertà e onestà – attento al sociale e alla giustizia: sarà costituito da giovani, io ne sarò solo l’animatore”, annuncia Mora in un’intervista al settimanale Oggi.

Ai microfoni di Radio Cusano Campus ha poi affermato: “Non sarà un partito, Io non voglio candidarmi, non potrei neanche, sono residente in Svizzera, anche se spostando la residenza potrei farlo. Farò un Movimento, l’ho già programmato, scenderà in campo tra un po’. Ci saranno tutte persone meravigliose, ho voluto tutti giovani non superiori ai 40 anni, tutti laureati e si chiamerà Libertà e Onestà”. Perché bisogna aiutare chi ha bisogno, questo paese è alla disperazione e va ripulito. Chi voleva rottamare si è rottamato da solo”.

Gli obiettivi programmatici del suo movimento? “Voglio dare da mangiare a tutti, una casa a tutti, una pensione per tutti però non di 300 euro, ma di almeno 1000 euro”. Alla domanda dei conduttori su cosa pensa di Berlusconi, infine Mora ha detto: “Io stimo molto Berlusconi, è stato un grande imprenditore che ci ha saputo fare anche in politica, se lo lasciavano andare avanti forse riusciva a fare tutto quello che aveva pensato in maniera intelligente”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Nancy Brilli, una bisbetica poco domata a teatro

Ha superato gli anta, ma lungi dal sentirsi appesantita o stanca di…

Lucas Peracchi, si difende dalle accuse e replica

È la terza settimana di fila che ormai va in scena la…