Lenovo Phab 2 Pro, addio GPS: arriva il phablet con Project Tango

Eleonora Gitto

Lenovo lancia sul mercato Phab 2 Pro, il phablet che utilizza la tecnologia “Project Tango” di Google.

E così anche Lenovo, leader nel settore PC, entra d’imperio nel mondo della telefonia mobile e lo fa davvero alla grande con il device Phab 2 Pro.

Si tratta di un phablet, ossia di un dispositivo a metà strada fra uno smartphone e un tablet grande nelle dimensioni (6 pollici e mezzo) e nel cuore.

E’ proprio nel cuore che Phab 2 Pro nasconde il meglio: la tecnologia Project Tango sviluppata da Google.

Si tratta di una tecnologia davvero avveniristica che nasconde la sua peculiarità proprio nel nome “Tango”.

Balla lo smartphone? Non proprio. Grazie a questa tecnologia che utilizza un avanzato sistemi di sensori, il phablet è in grado di eseguire una mappatura completa dell’ambiente circostante.

In pratica il dispositivo è in grado di “leggere” con una precisione millimetrica il luogo in cui si trova e di capire che posizione e che orientamento occupano rispetto a questo.

Indubbiamente questo modo di identificare i luoghi si pone come un’alternativa così valida da mandare in pensione il tradizionale GPS.

Ed è per questo che nel cuore di Phab 2 Pro troviamo 4 fotocamere realizzate da Intel.

Grazie a queste, basta una foto per conoscere in real time qualsiasi cosa sull’immagine che abbiamo catturato, che sia una Ferrari o Notre Dame de Paris.

Il phablet Phab 2 Pro sarà disponibile sul mercato italiano da settembre al costo di circa 499 euro.

Next Post

Dalle staminali la cura per la sclerosi multipla

Studio scientifico sulle staminali che possono bloccare la sclerosi multipla. Si tratta di una terapia in verità molto aggressiva, che è riuscita a bloccare ricadute cliniche e nuove lesioni cerebrali in 23 pazienti sui quali non hanno avuto effetti di rilievo le normali terapie. Lo studio è stato pubblicato sulla […]
Dalle staminali la cura per la sclerosi multipla