Leonardo Di Caprio e il duro attacco a Donald Trump

In una manciata di settimane Donald Trump è riuscito a smantellare tutto quello che Barack Obama aveva costruito nel corso del suo mandato, ma non solo: il nuovo presidente, tra tante idee francamente razziste e xenofobe, ha anche deciso che tra le sue priorità non c’è spazio per la tutela dell’ambiente e il contenimento del riscaldamento globale.

Trump in pratica è pronto a portare gli Usa fuori dagli accordi di Parigi: decisione che ha scontentato i potenti della terra, ma anche molti personaggi noti che si sono sempre schierati in prima linea per salvare il salvabile di questo nostro Pianeta che stiamo sfruttando molto più del dovuto e molto più di quello che può reggere.

Tra i tanti, ha spiccato l’intervento di Leonardo Di Caprio che, sul suo profilo Facebook, ha espresso tutta la sua delusione e la sua preoccupazione sulla “superficiale” – così ha scritto DiCaprio sul social network – decisione di Trump.

“Oggi la futura vivibilità del nostro pianeta è stata minacciata dalla superficiale decisione del presidente Trump di ritirare gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi”, ha postato, “Il nostro futuro su questo pianeta è ora più a rischio che mai. Per gli americani e quelli della comunità mondiale che cercano una forte leadership sulle questioni climatiche, questa azione è profondamente sconfortante”.

Bisogna quindi mobilitarsi tutti: “Ora più che mai dobbiamo essere determinati a risolvere i cambiamenti climatici e sfidare i leader che non credono nei fatti scientifici o nelle verità empiriche. È giunto il momento per tutti noi di alzarci, organizzarci, combattere e incanalare tutta la nostra energia in un’azione politica comune”.

L’attore ha quindi  incoraggiato la popolazione mondiale a supportare tre organizzazioni da lui twittate: Invisible Team, Stand Up America e NRDC, quest’ultima impegnata già nella raccolta di donazioni finalizzate al finanziamento di azioni legali contro le politiche di Donald Trump in merito all’ambiente.

Alle sue parole hanno fatto eco quelle cinguettate da John Legend, pesantissimo su Twitter nei confronti del Presidente: «Trump è la nostra vergogna nazionale» e «Dobbiamo fermare questa testa di c*zzo. È urgente. Dobbiamo votare nel 2018».

Next Post

iPhone 8 ricarica wireless e riconoscimento facciale

L’appuntamento annuale WWDC Apple non dovrebbe fornire novità riguardo il tanto atteso nuovo dispositivo del quale si vocifera già ormai da diverse settimane, parliamo naturalmente del nuovo iPhone 8. Secondo alcune fonti citate da Cnet che arrivano dall’interno di Foxconn, il produttore cinese di molti dei prodotti Apple, avrebbero fatto […]
iphone 8 ricarica wireless