LGBT, arrivano gli oscar per l’icona gay dell’anno

Noi speriamo che un giorno non dovremo più stare qui a parlare di diritti LGBT come se fossero qualcosa da guadagnare o per cui combattere: quando l’essere di un orientamento differente da quello eterosessuale non sarà più considerato una diversità, l’umanità avrà raggiunto un grande traguardo.

Nel frattempo però è giusto sottolineare l’impegno di quanti si impegnano per sostenere i diritti delle comunità lesbiche e gay, ed in quest’ottica si è dato vita anche agli “Oscar” contro la discriminazione, i Diversity Media Awards, promossi dall’associazione Diversity, fondata da Francesca Vecchioni, con l’ausilio della statunitense GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation).

Saranno Mika, Fedez, Laura Pausini, Tiziano Ferro e altri volti noti del mondo dello spettacolo italiano a concorrere per il premio sui diritti gay. In gara anche Barbara d’Urso e Daria Bignardi che nelle loro trasmissioni hanno spesso trattato temi riguardanti Igbt, ovvero l’acronimo che indica la comunità lesbica, gay, omosessuale e transgender.

Le candidature al premio riguardano varie categorie: si va dai film alle serie tv, sia italiane che straniere, ai programmi prodotti per la televisione. In un mondo in cui la comunicazione sta attraversando un momento di svolta, derivante in particolar modo dallo sviluppo della rete, non ci si può più nascondere, e certi temi vanno affrontati con la giusta considerazione.

“Questo premio è frutto di un lavoro inziato due anni fa con l’obiettivo di sensibilizzare chi opera nel settore della comunicazione – ha ricordato Francesca Vecchioni -. Ritengo sia importante che l’universo LGBT si riconosca nella rappresentazione mediatica che di esso viene data. E’ essenziale che questa sia corretta. Questo perché il modo in cui il tema viene trattato influenza sia la costruzione dell’identità delle persone sia la percezione nell’opinione pubblica”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Claudia Montanarini accuse minacce e lesioni

Dal trono di Uomini e Donne alla fredda cella di un carcere:…