Listeria nel prosciutto cotto, allerta RASFF
Listeria nel prosciutto cotto allerta RASFF

RASFF, ovvero la Food and Feed Safety Alert, ha lanciato l’allarme per rischio listeria nel prosciutto cotto stagionato italiano che è stato ritirato dal mercato europeo, lo rivela il comunicato stampa dello sportello dei diritti che precisa:

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, Francia e Italia hanno attivato il Sistema rapido di allerta europeo (Rasff n°  2018.1882 del 05.07.18) avvisando le autorità sanitarie dei diversi Paesi europei circa la presenza di Listeria monocytogenes in prosciutto cotto stagionato prodotto in Italia e commercializzato anche all’estero. Attualmente le informazioni sulla distribuzione non sono ancora disponibili.

Il motivo del ritiro è una contaminazione da Listeria monocytogenes, un batterio che può dare origine a disturbi gastrointestinali e in alcuni soggetti a rischio può sfociare in malattie sistemiche più gravi come la meningite. Si ricorda che la listeriosi fa parte del gruppo di malattie definibili come tossinfezioni alimentari e prende il nome dall’agente patogeno che la causa, il batterio Listeria monocytogenes. La listeriosi è particolarmente pericolosa per le persone immunodepresse, malati di cancro, diabete, Aids, persone anziane, neonati e donne in gravidanza. La listeriosi può assumere due forme:

diarroica, più tipica delle tossinfezioni alimentari, che si manifesta nel giro di poche ore dall’ingestione;

invasiva o sistemica, che attraverso i tessuti intestinali e il flusso sanguigno si diffonde sviluppando forme più acute di sepsi, encefaliti e meningiti. In questo caso, tra l’ingestione del cibo a rischio e la manifestazione dei sintomi possono passare anche periodi di tempo piuttosto consistenti, talvolta fino a 90 giorni.

Dato il rischio grave che si corre in seguito alla contaminazione del batterio particolarmente patogeno, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda massima allerta, in attesa che il Ministero della salute comunichi sul suo sito web, nella sezione “Avvisi di sicurezza” i lotti, il produttore ed il nome del prosciutto cotto stagionato interessato dal richiamo dal mercato europeo e non solo.

fonte@sportello dei diritti

Redazione

La redazione di veb.it si occupa di fornire agli utenti delle news sempre aggiornate, dal gossip al mondo tech, passando per la cronaca e le notizie di salute. I contenuti scritti da più autori contemporaneamente vengono pubblicati su Veb.it a firma della redazione.

Potrebbero interessarti

Disturbi dell’alimentazione, i pericoli di ortoressia e Vigoressia

Quando parliamo di disturbi dell’alimentazione, nella stragrande maggioranza dei casi facciamo riferimento…

Artrosi e dolore limitano la vita sessuale

Se non è affatto vero che dopo una certa età il desiderio…

Roma, asportato ad un donna enorme tumore di 30 kg

Un intervento di grande tecnica e maestria, un’ulteriore testimonianza, semmai ce ne…

Ebola in Congo: l’OMS si prepara con 300.000 vaccini

L’arrivo del terribile Ebola in Congo: l’OMS si prepara con 300.000 vaccini.…