Loch Ness: Il mistero risolto grazie al livello delle acque

Redazione

Gli esperti ritengono che con i livelli dell’acqua di Loch Ness attualmente al loro livello più basso di sempre, potrebbero finalmente essere in grado di risolvere il leggendario mistero sull’esistenza di Nessie

Il mistero del mostro di Loch Ness potrebbe finalmente essere risolto perché, secondo gli esperti, quando il livello dell’acqua nel lago scozzese è sceso al livello più basso di sempre.

Loch Ness Il mistero risolto grazie al livello delle acque
foto@Wikimedia

Nel corso degli anni, ci sono stati vari presunti avvistamenti di Nessie, come è stata chiamata la creatura del famoso lago.

Si ritiene che l’enorme creatura viva a Loch Ness, vicino a Inverness, in Scozia, con sette “avvistamenti” ufficiali registrati finora solo quest’anno.

Nel 2020 sono stati 13 gli “avvistamenti” confermati del mitico mostro.

E ora, con l’RNLI che riporta che i livelli dell’acqua sono ora i “più bassi mai registrati“, le condizioni di siccità hanno portato a una grande opportunità per risolvere il mistero secondo un esperto.

Un cacciatore del mostro, Steve Feltham, che è stato in riva al lago per tre decenni, ha scritto sulla sua pagina Facebook: “In 30 anni seduto qui, non ricordo di aver mai visto l’acqua così bassa. Se continua così, avremo risolto il mistero di Nessie.

Il Met Office afferma che alcune parti della Scozia hanno ricevuto meno di un terzo delle normali precipitazioni di giugno di quest’anno.

Grahame Madge del Met Office ha dichiarato: “A lungo termine, sembra esserci un segnale per temperature superiori alla media che si svilupperanno a luglio. Nessuno sta dicendo che ci sarà un’ondata di caldo fino in fondo“.

Ma tutte le informazioni che stiamo ricevendo ora indicano un clima più caldo del normale che durerà fino al prossimo mese“.

L’ultimo avvistamento di Nessie è stato segnalato da un turista che era in visita da Cambridge e si trovava vicino al castello sulle rive.

Utilizzando un binocolo, l’uomo stava scansionando la superficie del lago mercoledì 2 giugno, verso le 13:30, quando ha detto di aver individuato una creatura per due secondi.

Next Post

Un microchip ritrovato in una pietra antica

Vicino alla città di Labinsk, in Russia, sul fiume Khodz, un residente locale Viktor Morozov ha scoperto una strana pietra in cui si può vedere un oggetto incastonato incomprensibile, che assomiglia sospettosamente a un microchip, lo riporta il portale esoreiter.ru. Nonostante il fatto che questo evento abbia avuto luogo diversi […]
Un microchip ritrovato in una pietra antica