Ma i Rom da dove provengono?

Grazie alle fake news che circolano in rete ma anche a percezioni assolutamente errate, sovente siamo convinti che non solo l’Italia sia invasa dagli stranieri, ma che la maggior parte di questi sia formata dagli africani che arrivano sui barconi e che cerchiamo con poca fortuna di rimpatriare.

Ed invece, andando a guardare i dati, non solo ci accorgiamo che questa paventata invasione non c’è, ma che la nazionalità più presente non sono gli africani e neppure i cinesi, su cui stiamo sfogando di recente il nostro razzismo, ma i rom.

La popolazione ROM da dove proviene? (Foto@Wikimedia)

Ma da dove viene il popolo Rom?

I rom sono uno dei principali gruppi etnici della popolazione e relativa lingua “romaní”, conosciuti anche come “gitani” o “zingari”, anticamente originaria dell’India del nord.

Più nello specifico, i 7 milioni di Rom che vivono in Europa discendono da una popolazione che parlava una forma volgare di sanscrito, il praclito, ed oggi sono presenti principalmente nei Balcani, in Europa centrale e in Europa orientale, benché la loro diaspora li abbia portati anche nelle Americhe e in altri continenti.

In Italia vivono due grandi gruppi “zingari”, i sinti e i rom.

Il nome sint deriva da Sindh, una regione del Pakistan da dove provengono, mentre rom significa “uomo libero” e viene usato per designare l’intera comunità nomade.

Oggi metà dei Rom che abitano nel Paese è di nazionalità italiana, solo il 3% è nomade, mentre la maggior parte della popolazione rom è stanziale.

Next Post

Coronavirus, c'è gente che crede ancora sia legato alla birra

Puoi essere contagiato dal coronavirus bevendo birra? La disinformazione corre sul web e fa proseliti. Sebbene non vi sia alcuna connessione tra il virus cinese 2019 coronavirus (2019-nCoV) – che ha ucciso 170 persone e infettato oltre 7.800 a livello globale, molte persone sono ancora convinte che ci sia connessione […]
Coronavirus gente che crede ancora sia legato alla birra