Marte, tre crateri che si intersecano fanno pensare

Redazione

Lo strano “triplo cratere” è stato avvistato vicino all’emisfero meridionale del pianeta, in un’area conosciuta come “Terra di Noè“. 

Gli scienziati ritengono che circa quattro miliardi di anni fa, questa regione sia stata sottoposta a un massiccio bombardamento di asteroidi, che ha portato ai numerosi crateri osservati oggi.

Il fatto che i crateri della Terra di Noè siano così antichi li rende particolarmente interessanti per gli scienziati, poiché il loro studio può rivelare i segreti della storia e dell’evoluzione del Pianeta Rosso.

Il triplo cratere si trova a est del più grande e noto cratere Le Verrier, che ha un diametro di circa 140 chilometri. In confronto, il più grande dei tre “anelli” ha un diametro di soli 45 chilometri.

Gli scienziati ipotizzano che il triplo cratere possa essere stato lasciato da un asteroide che si è diviso in tre parti prima di schiantarsi in superficie. Un’altra spiegazione meno probabile potrebbe essere che tre asteroidi separati siano caduti quasi nello stesso punto.

Se l’asteroide si è davvero diviso prima del contatto con la superficie, questo porta a una conclusione molto curiosa: l’antica atmosfera di Marte era molto più densa di quanto non sia ora, il che gli ha dato la capacità di rompere un grande oggetto in tre parti.

La scoperta di crateri specifici suggerisce indirettamente che il primo Marte potrebbe essere stato più umido e più caldo di quanto si pensasse in precedenza. Ciò è coerente con numerosi studi che indicano che Marte una volta era coperto da fiumi, laghi e mari.

I crateri trovati sono poco profondi, probabilmente a causa del movimento del ghiaccio sotterraneo nel corso di milioni di anni. Questo tendeva ad ammorbidire il terreno e alla fine appianare eventuali “ammaccature” profonde.

Next Post

Studio rivela pericolosità se non si abbassa la tavoletta del water

Sono state rilasciate una serie di immagini per illustrare quanti batteri vengono espulsi dal water quando il coperchio non è chiuso nel momento in cui tiriamo lo sciacquone. Una nuova ricerca , effettuata nel Regno Unito e davvero inquietante, ha rivelato che il 55% degli adulti non chiude il coperchio del water […]
Studio rivela pericolosita se non si abbassa la tavoletta del water