Mesentere: Ecco la causa di diabete e obesità

Redazione

Scienziati australiani hanno scoperto che la disfunzione del sistema linfatico del mesentere, un organo dell’apparato digerente umano, può portare al diabete e all’obesità. Lo riporta la pubblicazione Nature Metabolism.

Mesentere Ecco la causa di diabete e obesita

Una dieta ricca di grassi può stimolare la formazione di una rete di vasi linfatici tortuosi e ramificati nel mesentere, affermano gli esperti del Melbourne Institute of Pharmaceutical Sciences della Monash University.

Lo studio è stato organizzato con i colleghi dell’Università di Melbourne, dell’Università di Auckland e dell’Università del South Australia.

I vasi, detti vasi mesenterici, tendono a far fuoriuscire fluido linfatico, ricco di metaboliti lipidici intestinali e mediatori infiammatori, nel tessuto adiposo viscerale della cavità addominale. Questa circostanza provoca l’accumulo di grasso addominale e porta all’insulino-resistenza.

In questo studio, per la prima volta, siamo stati in grado di scoprire una ragione biologica per cui l’accumulo di grasso intorno all’addome è correlato a tassi più elevati di malattie metaboliche come il diabete di tipo 2 rispetto all’accumulo di grasso in altre parti del corpo“, ha affermato il leader dello studio, Professore Associato Natalie Trevaskis.

Una dieta ricca di grassi ha dimostrato di portare alla disfunzione dei vasi linfatici mesenterici, ha detto Trevaskis. Il risultato può essere effetti negativi sul corpo come il grasso della pancia e un disturbo in cui il corpo produce insulina ma non la usa correttamente.

Next Post

Ecco quali alimenti evitare per abbassare il colesterolo cattivo

Il colesterolo è una sorta di materiale da costruzione che favorisce la produzione di sostanze importanti per l’organismo. Tuttavia, con un aumento del livello di colesterolo, aumenta il rischio di sviluppare malattie del cuore, dei vasi sanguigni e del sistema circolatorio. Perché un eccesso di questa sostanza apparentemente utile ci […]
Gli alimenti da evitare per il colesterolo