Microsoft porta Edge anche sui device mobili

Se è vero che i nostri smartphone sono ormai il prolungamento dei nostri arti e non possiamo più farne a meno, è anche vero che, per lavoro e non solo, abbiamo ancora bisogno dei pc, fissi o mobili che essi siano: ecco perché è importante creare un’interconnessione tra i due “mondi”, per poter aver disponibile gli stessi dati sia da pc che da smartphone.

E va proprio in questa direzione l’ultima novità di casa Microsoft: Microsoft Edge, che abbiamo avuto modo di apprezzare a bordo delle ultime release di Windows, approda in versione beta sui due principali sistemi operativi della concorrenza, vale a dire Android e iOS.

Edge ha rappresentato una grande novità per Microsoft e Windows al suo esordio in Windows 10, nel 2015, introducendo un approccio nuovo, nuove funzionalità e un maggior supporto agli standard del Web rispetto al datato Explorer.

La casa di Redmond ha quindi annunciato il tutto, promettendo grazie al suo utilizzo una transizione fra smartphone e PC finalmente davvero senza ostacoli.

Al momento, l’app per iOS è già in fase di test, mentre quella per Android arriverà presto. L’idea di Microsoft è quella di dare continuità di flusso tra PC e smartphone, lanciando la funzione Continua su PC.

Tale caratteristica, resa disponibile anche per Microsoft Launcher, permette di inviare al PC le informazioni sulla pagina che si sta visualizzando sullo smartphone, in modo da continuare a visualizzarla anche su uno schermo di grandi dimensioni.

Inizialmente Edge sarà disponibile solo in lingua inglese degli Stati Uniti, ma man mano Microsoft aggiungerà il supporto a nuove lingue.

Microsoft spera che l’arrivo su iOS e Android fornisca un po’ di linfa vitale a un progetto di browser che non ha fin qui incontrato i favori di un’utenza diffusa, anche se l’approccio di Redmond al mobile sarà giocoforza limitato alle stringenti restrizioni imposte da chi controlla le piattaforme stesse.

Next Post

Le complicanze della mononucleosi

La causa della mononucleosi è il virus Epstein-Barr che appartiene alla famiglia degli herpes virus. Si tratta di una patologia molto contagiosa. Tuttavia ci possono essere delle complicanze durante la malattia. Una complicanza seppur non grave è quella del rush cutaneo. Assumendo erroneamente antibiotici a base di amoxicillina, si possono […]
Le complicanze della mononucleosi