Milano, la Lega Nord stavolta insulta il Gay Pride

Va bene che tutti i partiti politici vanno rispettati, in quanto rappresentanti comunque delle idee di un determinato gruppo di persone, ma la Lega Nord, nelle ultime settimane, sembra stia facendo di tutto per attirare l’attenzione, sfiorando più volte il razzismo e l’omofobia.

Dopo gli attacchi crudi e diretti a rom e immigrati, ora tocca ai gay divenire il bersaglio privilegiato degli esponenti dell’estrema destra: sono arrivate alcune frasi choc di esponenti della Lega Nord a Palazzo Marino, alla vigilia della sfilata finale dell’orgoglio lgbt, alla fine della Mlano Pryde che si è tenuta tutta la settimana nel capoluogo lombardo.

Luca Lepore e Massimiliano Bastoni, consiglieri comunali del Carroccio a Palazzo Marino, a mettere nero su bianco le definizioni più dispregiative dell’evento. “Parallelamente all’apoteosi del volgare e del vanesio, caratterizzata dalle solite ostentazioni di glutei e seni nudi  –  si legge nella nota che parla delle “vittime di aberrazioni della natura” – sarà incontrovertibilmente esternato il disturbo dissociativo di cui è affetta la giunta Pisapia che, da un lato, fa crociate contro la pubblicità sessista e, dall’altro, patrocina manifestazioni degradanti, ripugnanti e lesive della dignità dell’essere umano. A tribadi e gay diciamo che i diritti civili si rivendicano con misura e serietà, non con parate indecorose e con atteggiamenti scatologici. La pochade di domani avrà l’effetto di suscitare solamente disgusto o, come già ebbe modo di affermare papa Francesco nel settembre del 2013, cristiana commiserazione”.

Parole che non possono e non devono essere ignorate, in un paese che dimostra ancora di essere vergognosamente omofobo.  «Ci ripugnano le parole dei consiglieri comunali leghisti», ha scritto il segretario metropolitano del Pd, Pietro Bussolati, in una nota. «Non si possono chiudere gli occhi di fronte alla grettezza del comunicato dei due esponenti del Carroccio, che, per quanto è volgare, sembra quasi uno scherzo».

Next Post

Nella via Lattea c’è un buco nero tra i più attivi di sempre

Gli scienziati sono propensi a propensi a credere che lui sia il buco nero più attivo di sempre: si chiama GS2023+338, ha una massa 10 volte quella del Sole e fa coppia fissa con la piccola stella V404 Cygni, delle dimensioni del nostro Sole. Individuato proprio mentre si trovava intento a divorare […]