Moai i famosi volti dell’Isola di Pasqua hanno un corpo

Redazione 1

Sono famosi in tutto il mondo sono i Moai, i volti dalla forma strana e allungata che si trovano sull’isola di Pasqua.

Sono statue monolitiche molto grandi che spuntano dal terreno e sono state realizzate con blocchi unici di tufo di origine vulcanica, i Moai in alcuni casi hanno una sorta di copricapo, un cilindro appoggiato proprio sulla testa, a forma appunto di cappello.

Secondo le ricostruzioni storiche, che hanno ancora tanti punti interrogativi, i Moai venivano prodotti sull’isola di Pasqua, direttamente nelle cave, venivano costruiti in posizione supina e poi trasportati per essere poi innalzati.

Tanti sono i misteri legati ai Moai, dal loro significato al trasporto di questi blocchi enormi, visto che alcuni sono alti addirittura di 10 metri, mentre un singolo esemplare non ancora terminato, era alto addirittura 21 metri.

Dopo tanti anni di studi il mistero, legato ai Moai, continua ad infittirsi, visto che da circa un anno si è scoperto che le teste delle statue, hanno un corpo vero e proprio praticamente interrato, dunque il corpo sarebbe stato coperto successivamente.

Non si era mai scavato attorno ai Moai e dunque questa scoperta, alla quale si sta ancora lavorando, è davvero qualcosa di unico, un mistero che effettivamente si infittisce sempre più, pensando a questi lunghi corpi lavorati, interrati a molti metri di profondità.

One thought on “Moai i famosi volti dell’Isola di Pasqua hanno un corpo

  1. Strano che non ci abbiano pensato prima. Essendo queste seminterrate avrei guardato subito cosa c’era sotto. Ma in tutti i casi non mi sarei aspettato il resto del corpo.

Comments are closed.

Next Post

Silvia Scozzese si aggiunge alla lunga lista degli abbandoni a Marino

Un’estate all’insegna degli addii nel mondo politico: se Berlusconi sta facendo i conti con l’abbandono di alcuni dei suoi fedelissimi, tra cui il braccio destro storico Denis Verdini, di certo non va meglio al sindaco di Roma, Ignazio Marino, che deve fronteggiare le troppe emergenze della capitale con una giunta […]