Multe, c’è qualcuno che le paga?

Redazione

La peggior paura di ogni automobilista? Tornare a casa e ritrovarvi una “bella” multa: che sia per divieto di sosta o per eccesso di velocità, la maggior parte dei vigili dello stivale sono molto zelanti e praticamente tutti noi siamo stati costretti a pagare per le nostre “disattenzioni”, più o meno volute.

Eppure, come rivela a sorpresa la Cgia di Mestre, non tutti noi siamo zelanti nell’ottemperare ai nostri obblighi e quindi nel pagare le sanzioni.

Nello specifico, solo il 40,8% degli automobilisti italiani ha pagato una multa inflitta dalla Polizia Municipale per aver violato il Codice della Strada.

Praticamente a fronte dei 2,6 miliardi di euro che nel 2017 i quasi ottomila Comuni italiani dovevano riscuotere dai trasgressori, in realtà è stato incassato poco più di un miliardo.

Le percentuali di riscossione variano lungo lo Stivale. Quella dei Comuni del Sud si è attestata del 32 per cento. Al Centro, invece, la media è salita al 33 per cento, nel Nordovest al 45,9 per cento e nel Nordest ha raggiunto il 58,9 per cento.

Le Amministrazioni comunali più virtuose sono state quelle del Friuli Venezia Giulia col 63,4 per cento delle riscossioni. Subito dopo si rilevano la Valle d’Aosta con il 62,6 per cento e la Basilicata con il 61,7 per cento.

Dieci anni fa, segnala ancora l’Ufficio studi degli artigiani di Mestre, la riscossione era quasi al 60%.

Next Post

Cani e gatti, quando applicare l’antiparassitario?

In questo periodo, per i possessori di cani e gatti, la paura principe è una sola: i nostri amici a 4 zampe riusciranno a star lontani da pulci e zecche, per la loro incolumità ed anche per la nostra? L’unica soluzione è quella di applicargli un buon antiparassitario, consigliato dal […]
Cani e gatti quando applicare antiparassitario