Neil Young, a settembre nuovo album con brani inediti del 1976

Era il 1968 quando, dopo una breve militanza  nei Buffalo Springfield e dopo due soli album, Neil Young lasciò anche quel gruppo e iniziò una lunga carriera solista – spesso accompagnato dai fedeli Crazy Horse, ma anche da altre formazioni – che non gli impedirà di far parte di uno dei supergruppi di maggior successo degli anni ’70, Crosby, Stills, Nash & Young.

Tra i numerosi album che mettono in mostra la musica di Young, a metà strada tra folk, rock e country, si segnalano negli anni ’70 After The Gold Rush, Harvest (tuttora il suo best seller) e Rust Never Sleeps (metà acustico e metà elettrico) mentre gli anni ’80 trascorrono alla luce di una sperimentazione quasi esasperata.

Da quegli anni una carriera lunghissima in cui non ha mai smesso di produrre successi. A pochi mesi di distanza dall’uscita del suo ultimo disco, “Peace trail”, il cantautore canadese ha infatti pubblicato nelle scorse settimane una nuova canzone non inclusa all’interno dell’album.

Il nuovo brano di Neil Young si intitola “Children of destiny”, ed il cantautore lo ha registrato ai Capitol Studios di Hollywood e l’ha prodotto insieme a Niko Bolas.

Ma le novità per i suoi fans non sono finite certamente.

La raccolta di canzoni acustiche incise da Neil Young nel 1976 nelle sale degli Indigo Ranch Studios di Malibu, in California, sarebbe dovuta uscire lo scorso 14 luglio – secondo quanto aveva riferito un sito dedicato al cantautore canadese, ma sua pubblicazione, però, è stata posticipata di qualche settimana: Neil Young ha fatto sapere infatti che il disco uscirà il prossimo 8 settembre.

Intitolato “Hitchhiker”, nella tracklist ci sono brani “antenati” di altri usciti nei dischi successivi, ma anche alcuni inediti come Hawaii e Give Me Strenght.

Una vera chicca per i fan del cantautore canadese di Harvest, soprattutto perché le canzoni sono presentate nelle versioni acustiche registrate nel corso di una giornata a Malibu, prima che alcuni di questi brani venissero selezionati per altri dischi.

Si possono quindi ascoltare le raw versions di Pocahontas, Powderfinger e Human Highway. Le registrazioni originali sono state prodotte dal collaboratore di lunga data David Briggs, mentre la post-produzione dell’album è stata affidata a John Hanlon.

Next Post

Inquinamento, cibo per cani e gatti produce tonnellate di CO2 l’anno

Sembra che il cibo per cani e per gatti a base di carne sia altamente inquinante: in un anno produrrebbe 64 milioni di tonnellate di CO2. Forse non ci eravamo mai posti il problema in maniera corretta. Anche perché naturalmente siamo portati a parlare del cibo umano. In primis, in […]
Inquinamento, cibo per cani e gatti produce tonnellate di CO2 l’anno