No vax, giudice costringe una mamma a vaccinare il figlio
No vax, giudice costringe una mamma a vaccinare il figlio

Nelle scorse ore vi abbiamo raccontato della scissione, in seno al Movimento 5 Stelle, sulla questione dei vaccini: mentre governo e parlamento sembrano indirizzati ad abolire l’obbligo vaccinale introdotto lo scorso anno, diversi esponenti, soprattutto quelli appartenenti al campo medico, si sono esposti e attraverso i social si sono schierati a favore dell’obbligo per poter essere ammessi a scuola.

Roberto Burioni, virologo conosciuto ai più proprio per la sua battaglia contro i no-vax, è persino stato minacciato di morte attraverso le piattaforme che lui stesso utilizza per cercare di combattere l’ignoranza che pullula attorno a un argomento così delicato.

«È arrivato il momento in cui occorre mobilitarsi per difendere il bene più prezioso per una comunità, quello della salute»: in queste ore arriva anche l’accorato appello del presidente dell’Ordine dei medici della provincia di Bergamo, che invita i colleghi a mobilitarsi per far sentire la propria voce nelle sedi istituzionali ed evitare passi indietro sul tema dei vaccini.

«La situazione che si sta creando, relativamente al dibattito sui vaccini, è tanto paradossale quanto rappresentativa della difficile realtà del nostro Paese – spiega Guido Marinoni, presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Bergamo -. Le forze politiche di maggioranza sembrano disperatamente alla caccia dei più disparati consensi di nicchia, quelli che potrebbero fare la differenza in una tornata elettorale. Così il variopinto e rumoroso mondo dei no vax viene blandito contro ogni elementare evidenza non solo di scienza, ma di civiltà. Intendiamoci, le voci di opposizione a politiche dissennate sono moltissime, autorevoli e anche interne alla maggioranza e il ministro Grillo sembra fare di tutto per gestire al meglio una situazione difficile. Ma proprio per dare un sostegno a quanti si impegnano mettendosi in gioco di persona, secondo le logiche non solo della scienza, ma anche dal buon senso, è arrivato il momento in cui occorre mobilitarsi per difendere il bene più prezioso per una comunità, quello della salute. Soprattutto devono mobilitarsi tutti i colleghi che riescono ad avere ascolto nelle sedi politiche istituzionali. Per un Paese che si interessi più alla tutela dei cittadini che alla tutela dei virus».

Ed in questo scenario arriva anche la legge a dire la sua: due genitori non riuscivano a trovare un accordo sulla vaccinazione del figlio, e allora ha deciso il giudice Francesca Miconi, presidente del Tribunale di Rimini.

Per il giudice, il bimbo dovrà essere vaccinato dopo una visita del pediatra che valuterà se ricorrano o non ragioni di esenzione. A riportare la vicenda è la stampa locale riminese.

Il provvedimento è diventato esecutivo qualche giorno fa, mettendo fine alla diatriba tra i due ex coniugi con la mamma decisa a non sottoporre il figlio ad alcuna vaccinazione e il papà, di parere opposto, che ha scelto di rivolgersi al giudice nel corso dell’udienza per la separazione.

Per il padre il rifiuto del consenso da parte della donna rappresentava un inadempimento degli obblighi connessi alla stessa responsabilità genitoriale, inoltre poteva risultare potenzialmente pericoloso per la salute del figlio.

Peraltro la decisione della donna costituiva una violazione della legge sulle vaccinazioni obbligatorie: l’obbligo infatti non è da considerarsi “decaduto” neppure con il voto al Senato di venerdì scorso con cui la maggioranza, attraverso un emendamento, si limita a sospendere fino al 2019-2020 una della sanzioni previste in caso di mancata presentazione delle certificazioni richieste.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Pantani si riapre nuovamente il caso, truffa sportiva

Si riaprono le indagini per il caso Pantani, la tragica morte del…

Vegani, cosa si prova a far a meno i carni e derivati

Le diete vegane sono dei modelli dietetici basati su alimenti provenienti esclusivamente dal regno…

Pandoro, ecco le origini del celeberrimo dolce natalizio

Ormai ovunque c’è aria di Natale: gli addobbi hanno riempito case, strade…

Alzheimer, a Monza nato un villaggio a misura di malato

Il morbo di Alzheimer fa parte delle demenze neurodegenerative primarie ed è caratterizzato dalla…