Nuova ricerca svela la presenza di acqua su altri pianeti

Redazione

Un nuovo studio pubblicato di recente su Science Advances rivela che l’acqua può essere presente naturalmente sugli altri pianeti e non richiede una fonte esterna come gli asteroidi ricchi di acqua. Lo studio capovolge l’attuale teoria dell’aspetto dell’acqua, come riferisce Science Daily .

Ci sono due ipotesi sull’emergere dell’acqua. Uno è che arriva sui pianeti per caso, quando asteroidi contenenti acqua entrano in collisione con il pianeta in questione“, afferma il professor Martin Bizzarro del Centro per la formazione di stelle e pianeti presso la Facoltà di salute e scienze mediche dell’Università di Copenaghen.

Insieme all’assistente professor Zhengbin Deng ha diretto un nuovo studio che capovolge la teoria sull’emergere dell’acqua.

Attualmente, ci sono due ipotesi sulla comparsa dell’acqua sui pianeti. Il primo dice che appare per caso quando asteroidi contenenti acqua entrano in collisione con i pianeti; e l’altro che sorge nel processo di formazione del pianeta.

Se la teoria di Martin Bizzarro e Zhengbin Deng si rivelasse corretta, la vita nei sistemi planetari potrebbe avere maggiori possibilità di svilupparsi di quanto si pensasse in precedenza.

Nuova ricerca svela la presenza di acqua su altri pianeti

La ricerca degli scienziati mostra che Marte ha avuto acqua per i primi 90 milioni di anni di esistenza del pianeta.

Si scopre che questo era molto tempo prima che gli asteroidi ricchi di acqua bombardassero i pianeti del sistema solare interno come la Terra e Marte. “Ed è sensazionale“, spiega Bizzarro.

Questo suggerisce che l’acqua sia sorta contemporaneamente alla formazione di Marte. E questo ci dice che l’acqua può essere trovata naturalmente sui pianeti e non richiede una fonte esterna come la collisione di asteroidi ricchi d’acqua“, dice.

Lo studio si basa su un’analisi di un meteorite nero di 4,45 miliardi di anni trovato nell’Africa nord-occidentale e soprannominato la bellezza nera.

L’oggetto proviene dalla crosta originale di Marte e contiene una conoscenza inestimabile sul giovane sistema solare.

Se la teoria è davvero corretta, la vita su altri pianeti è molto probabilmente un evento molto frequente.

Next Post

I fulmini globulari arrivano da un'altra dimensione?

L’emergere di fulmini globulari, secondo i ricercatori, potrebbe verificarsi in altre dimensioni. Per secoli, gli abitanti della Terra hanno dovuto affrontare il dilemma dei fulmini globulari, ma questo misterioso fenomeno rimane ancora un mistero per l’intero mondo scientifico. Secondo una delle ipotesi degli scienziati, il fenomeno del verificarsi di fulmini […]
I fulmini globulari arrivano da un universo parallelo