Paola Perego in lacrime racconta la sua versione

Tutti i giornali e i siti internet, negli ultimi giorni, hanno discusso del caso inerente la chiusura di “Parliamone Sabato”, talk condotto da Paola Perego, che lo scorso fine settimana ha mandato in onda un dibattito sulle donne dell’est, da più parti ritenuto sessista, tanto da spingere i vertici Rai alla drastica decisione.

Se in molti si sono scomodati a commentare, senza neppure guardare la puntata incriminata, nessuno ha pensato di chiedere alla diretta interessata: ci hanno pensato le Iene, che nella puntata di ieri sera hanno mostrato una Perego in lacrime e profondamente ferita.

La conduttrice si è definita “disorientata” e “spaventata”. “Mi sento messa in mezzo in una cosa molto più grande di me” ha raccontato in lacrime, per poi continuare: “può essere stata una pagina brutta, ma dal niente è partita un’eco mostruosa su una cosa che non c’è, non esiste”.

A causa del grande clamore suscitato , la Perego ha sostenuto di non aver ancora «metabolizzato, non riesco a capire bene che cos’è questa violenza contro di me. Una violenza terribile, brutta».

Paola ha poi deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa: «Hanno usato me ma forse è scomodo mio marito», l’imprenditore Lucio Presta, che il giorno del fattaccio aveva twittato proprio contro un certo mondo politico.

La conduttrice ha proseguito lamentando come in Rai in passato si è vista «gente che ha bestemmiato, hanno intervistato il figlio di Totò Riina facendogli l’altarino, abbiamo visto in televisione qualunque cosa». Per lei, questo «era un gioco. È scoppiata la bomba, ma la bomba non c’è».

Alla Rai non è bastato far calare il sipario gelido su Parliamone Sabato ma pare sia stato rescisso anche il suo contratto. Questa infatti potrebbe essere la sentenza. Un po’ troppo?

Lei ha spiegato: “Gli argomenti in Rai vengono approvati prima di essere messi in onda dal capostruttura e dal direttore di rete. Mi hanno approvato questo argomento e mi hanno cassato il femminicidio perché non volevano che ne parlassimo: non era con la linea editoriale». Ancora: «Loro si sono dissociati da una cosa che avevano approvato e adesso fanno la figura di quelli che stanno salvando l’Italia da questo “mostro” che è sessista, che porta in televisione queste cose”.

E se qualcuno ai vertici Rai dovesse tornare indietro? La Perego perentoria ha concluso: «Dalle posizioni che hanno preso, è molto difficile tornare indietro e poi sono dei codardi».

Loading...
Potrebbero interessarti

Federica Lepanto e i progetti per il prossimo futuro

Dopo la vittoria all’ultima edizione del Grande Fratello, la bella Federica Lepanto…

Adele si offre come madre surrogata

In un periodo in cui in Italia si discute ancora sulle unioni…