Papa Francesco ha spento 79 candeline

Nella giornata di giovedì il nostro amato Papa Francesco ha spento ben 79 candeline.

Un compleanno che il Sommo Pontefice ha voluto festeggiare a modo suo, com’è nel suo stile e nella sua indole.

Bergoglio nei giorni precedenti si era raccomandato che per il suo compleanno non desiderava nulla, che sarebbe stata una giornata come le altre, dedita al lavoro e alle solite cose: e invece da tutto il mondo sono arrivati milioni di messaggi di auguri, in tutte le forme possibili.

Una festa a sorpresa è stata organizzata dalle suore e più tardi un’altra  dai ragazzi dell’Azione Cattolica ricevuti per il tradizionale scambio di auguri natalizi, che dopo gli auspici per un mondo di pace, solidarietà e amore, hanno portato a Bergoglio una bella torta tutta decorata, con tanto di candeline sopra.

Ai giovani ha fatto una domanda: «Ma che cosa significa viaggiare verso il Signore? Significa percorrere la strada del bene, non quella del male; la strada del perdono non quella della vendetta; la strada della pace, non quella della guerra; la strada della solidarietà, non quella dell’egoismo».

Nella stessa giornata ha rinnovato il suo monito contro la violenza. “L’anno che sta per concludersi è stato segnato dal moltiplicarsi di conflitti violenti, bellici e terroristici”. Una situazione che però “sta provocando nelle coscienze più mature sempre più una reazione non violenta ma spirituale e morale, che siamo chiamati ad alimentare con i mezzi a nostra disposizione”, ha detto Francesco ricevendo le credenziali dei nuovi ambasciatori presso la Santa Sede di Guinea, Lettonia, India e Bahrein. Da Bergoglio è venuto un “pressante appello ai responsabili degli Stati” perché’ compiano “gesti concreti” a favore di chi soffre per la mancanza di lavoro, di un tetto e per i contadini che non hanno terre.

Next Post

Non essere cattivo, pellicola italiana esclusa dagli Oscar

Non essere cattivo è stato escluso dagli Oscar Nonostante il cinema italiano continui a confermarsi uno dei più apprezzati nel panorama mondiale, quest’anno non ci sarà nessun film nostrano a rappresentare l’Italia, nella sezione film stranieri, alla cerimonia degli Oscar. Non essere cattivo, il film prodotto da Valerio Mastandrea, non è […]