Paura nella sede Rai di Milano per un blitz di manifestanti

La sede Rai di Milano assediata da manifestanti curdi

Una domenica mattina di tensione e anche paura per i dipendenti della sede Rai di Milano, che hanno visto i propri uffici assediata da un’orda di manifestanti curdi.

Circa trenta persone di etnia curda si sono introdotte nell’edificio di corso Sempione affiancate da militanti dell’area antagonisti e hanno dato fuoco ad alcuni fumogeni: l’intrusione è durata qualche minuto, poi gli attivisti si sono allontanati.

Per fortuna i manifestanti non avevano intenti violenti e quindi alla fine, oltre alla paura, non si è registrato nessun ferito. Antagonisti e curdi sono entrati spostando da una parte il personale di vigilanza, anche con qualche spintone, ma senza aggredire nessuno.

Secondo la Questura si è trattato di una manifestazione estemporanea per richiamare l’attenzione degli organi di stampa sulla questione curda in Medio oriente.

All’interno dell’androne della sede Rai sono stati effettuati i rilievi scientifici da parte dei carabinieri, che indagano sull’azione. I carabinieri hanno anche acquisito i filmati dell’impianto di videosorveglianza.

Next Post

L’Aquila ha finalmente riavuto un suo museo

Dopo il terremoto, apre in Abruzzo il museo Munda Il terribile terremoto del 6 aprile 2009 non solo ha strappato la vita a tanti poveri innocenti, ma ha raso al suolo una città intera, con le sue chiese, i suoi monumenti, le sue testimonianze storiche, tesori irrimediabilmente perduti. Ma l’Aquila, […]