Privacy: Class Action contro Google Chrome, tracciava gli utenti

Redazione

E’ stata intentata una Class Action contro il web browser sviluppato da Google, Chrome, che avrebbe tracciato gli utenti anche in modalità “incognito”.

Intentata una causa legale da 5 miliardi di dollari negli Stati Uniti perchè Google avrebbe tracciato i dati degli utenti da web browser, mentre utilizzavano Google Chrome in Modalità Incognito.

Nello specifico si tratterebbe di una class action con gli obiettivi molto precisi. Gli utenti da web browser chiedono un risarcimento a Google, perché il colosso del web “li ha illusi” di poter davvero controllare cosa fosse visibile o non visibile delle loro ricerche su Google Chrome, utilizzando la Modalità Incognito.

Si tratterebbe di una violazione della legge sulla privacy, sancita anche dalla normativa federale. La somma finale richiesta è pari a 5 miliardi di dollari, 5000 dollari per ogni utente coinvolto nella class action. Secondo i motivi del ricorso  che insiste sulla causa presentata al giudice proprio in questi giorni:

Privacy Class Action contro Google Chrome tracciava gli utenti

Google raccoglie informazioni attraverso Google Analytics, Google Ad Manager e altre applicazioni, nonché plug-in dei siti web, e ancora con app per smartphone, a prescindere che qualcuno abbia attivato o meno l’opzione per condividere i propri dati. Ciò aiuta la società ad apprendere circa amici, hobby, cibi preferiti, abitudini dello shopping, persino le più intime informazioni private e imbarazzati oggetto di ricerche online“.

Google da parte sua ha anche rilasciato una dichiarazione in merito alla vicenda: “La Modalità Incognito di Google Chrome dà la possibilità di navigare in internet senza che le attività siano salvate sul browser e sul dispositivo. Ma come rendiamo noto ad ogni nuovo avvio di una finestra del browser, i siti web potrebbero comunque essere in grado di raccogliere informazioni sulla navigazione“.

fonte@Sportello dei Diritti

Next Post

Elettrosmog, ecco come proteggersi

Ogni giorno dobbiamo fare i conti con l’inquinamento, con tutto il male che stiamo facendo al nostro pianeta e, di conseguenza, anche a noi stessi. Dobbiamo fronteggiare l’inquinamento delle acque, per non rischiare a breve di non avere più acqua potabile da bere, e quello dell’aria, per non continuare a […]
Elettrosmog ecco come proteggersi