Proiettili di rame di oltre 70 milioni di anni?

Redazione

A Sebastopoli sono state scoperte incomprensibili nella roccia, che ha più di 70 milioni di anni.

Il capo dell’impresa, i cui dipendenti hanno fatto la scoperta, Sergei Chumak, ha affermato che la pietra è stata estratta a una profondità di circa 100 metri.

Un blocco di calcare cominciò a essere tagliato in pezzi e furono scoperti strani oggetti nelle sue viscere. “Rossiyskaya Gazeta” riferisce che sono sicuramente di origine artificiale.

Gli esperti hanno concluso che questi “manufatti” assomigliano molto a punte di freccia o proiettili. Due di loro sono a forma di mezzaluna e leggermente appiattiti. Il metallo ricorda il rame, ma per ora è impossibile dirlo senza un’analisi chimica speciale.

Altri frammenti sono stati trovati anche nelle vicinanze, che in apparenza assomigliano a frammenti di legno. Sono cresciuti abbastanza a lungo nella pietra e ossidati.

I lavoratori dell’azienda hanno notato che questa è la prima volta che vengono scoperti interi manufatti.

L’età delle rocce è di circa 70 milioni di anni. Allora, i dinosauri vagavano ancora per la terra. La prima persona che ha potuto fare qualcosa con le proprie mani è apparsa solo circa 3 milioni di anni fa. Le persone hanno iniziato a lavorare il metallo anche più tardi.

Next Post

La Crisi di governo mette a rischio quota 100?

Da quando il vicepremier Matteo Salvini ha preannunciato al premier Matteo Conte di voler dare le dimissioni e di essere pronto a correre addirittura da solo alle prossime elezioni, gli italiani si sono enormemente preoccupati. Preoccupazione per le sorti del nostro paese, certo, che non aveva bisogno di una nuova […]
Matteo Salvini a Carpi preannuncia la vittoria della Lega alle regionali