Regina Elisabetta, suo cugino fa un pubblico coming out

Le famiglie reali di tutto il mondo fanno della riservatezza la loro principale caratteristica: se non mancano i segreti e gli scheletri nell’armadio, l’importante è che il popolo non lo sappia, insabbiando al più presto quello che non si deve rendere pubblico.

E finora l’omosessualità è stato un tabù: se certamente non saranno mancati i reali omosessuali, non è mai arrivata l’ufficialità.

Almeno finora: sì, perché nelle scorse ore, a Londra, un cugino diretto della regina Elisabetta II è uscito allo scoperto sul domenicale ‘Mail on Sunday’.

Lord Ivar Mountbatten, 53 anni, discendente diretto della regina Vittoria, è il primo coming out a mezzo stampa nei palazzi della casa reale britannica: il reale lo proclama oltre gli imbarazzi e con la «benedizione» dell’ex moglie.

“Non volevo ammettere di esserlo perché sapevo mi avrebbe portato sofferenza” racconta al Mirror, aggiungendo di essere però sempre stato trasparente con la moglie, Penny. “Ultimamente, non si sentiva abbastanza amata. Voleva di più da un marito di quanto io le potessi dare. Vista la mia sessualità, sono stato sorpreso che avesse voluto sposarmi. Forse pensava di cambiarmi, ma alla fine ha realizzato che non si poteva”.

Dopo il passo compiuto il cugino della regina ha rivelato di sentirsi “molto meglio”, pur ammettendo di non trovarsi ancora a proprio agio “al 100%” con l’idea di essere omosessuale.

Next Post

Gianni Morandi, ma perchè i fan ce l'hanno con lui?

Da anni ormai, nonostante tanti uomini della sua età non sappiano neppure maneggiare un comune smartphone, Gianni Morandi è invece diventato un social addicted: il cantante ama condividere i suoi interessi e i suoi hobby con i suoi fans utilizzando proprio i social network. Dal selfie appena sveglio alla foto […]