Renée Zellweger, Patrick Dempsey la difende dalle critiche

Un po’ perché la pellicola di cui è protagonista è una delle più attese del prossimo mese, un po’ perché indubbiamente nell’ultimo decennio la sua immagine ne è uscita completamente stravolta, fatto sta che è indubbio che Renée Zellweger sia chiacchieratissima.

Mentre in Italia sono ormai quattro i nuovi spot tv in italiano del sequel-comedy Bridget Jones’s Baby la cui uscita italiana è stata posticipata al prossimo 22 settembre, Renèe, che come tutti sappiamo interpreta da ormai 16 anni l’imbranata bionda londinese, è bombardata da accuse  e giudizi spesso molto cattivi sul suo aspetto fisico.

Oggi 47 enne, appare molto differente anche nei lineamenti, oltre che nella siluette molto più longilinea: l’attrice è ricorsa ripetutamente al chirurgo plastico? Gli interventi l’hanno migliorata o meno? E la dieta drastica le ha aggiunto fascino?

Interrogativi che non dovrebbero interessare poi così tanti giornalisti e paparazzi, tanto che anche il suo collega di set è intervenuto per difenderla e supportarla pubblicamente.

“Non dovrebbe essere costretta a subire un simile scrutinio” dichiara il divo 50enne Patrick Dempsey, che ha provato sulla sua pelle cosa vuol dire avere tutti contro dopo che è stato licenziato da Grey’s Anatomy.

“Perché parliamo di come appaiono le donne? Perché diamo più peso alla loro bellezza rispetto al loro contributo nella società? Questo non avviene per gli uomini. Io non credo che diventare matura sia un fatto negativo. Ma questo genere di discorso non fa che perpetuare il problema. Non credo che questo riguardi nessuno ma io non ho subito nessun intervento al viso e nemmeno agli occhi”, ha concluso.

Loading...
Potrebbero interessarti

Antonio Banderas al cinema con Automata

Ritorno nelle sale per l’attore Antonio Banderas che dal prossimo 26 febbraio…

Daniela Santanchè, finito l’amore con Alessandro Sallusti

Evidentemente, nella coppia, oltre al disaccordo sull’abbigliamento più consono da indossare durante…