Samsung Galaxy S8, fragile ma si ripara facilmente

Eleonora Gitto

Il Samsung Galaxy S8 è fragile ma si può riparare anche molto facilmente.

Stiamo parlando di uno dei migliori smartphone in commercio: il Galaxy S8.

Un parto certamente ben riuscito della casa sudcoreana, la quale, dopo gli insuccessi a ripetizione delle batterie che si incendiavano, ora risale decisamente la china e tende sempre più a rivaleggiare alla grande con Apple.

Galaxy S8, tutto sommato, è un cellulare abbastanza fragile, però è anche relativamente facile da riparare e a costi più che accettabili.

Alcuni report e studi in materia sono stati effettuati dalla famosa Square Trade, la grande compagnia di assicurazione specializzata in dispositivi elettronici, e dal celebre portale Motherboard, molto consultato dagli esperti del settore.

Galaxy S8, i test

Sono stati eseguiti vari test sul Samsung Galaxy 8. Questo, a seguito di un disegno cosiddetto borderless e del fatto che è quasi completamente in vetro, si rivela come un cellulare abbastanza fragile.

La prima considerazione da fare, a parte tutto il resto, è questa: bisogna acquistare, contestualmente all’acquisto dello smartphone, comunque un’ottima cover.

La cover deve essere non soltanto bella, ma soprattutto pratica e resistente. Ce ne sono di moltissime, originali e non, anche a basso prezzo.

Acquistando queste cover, si risolve il 90% dei problemi. Ma torniamo all’eventualità che il cellulare si rompa.

Le cornici, in effetti, sono molto ridotte, e il display possiede intrinsecamente una fragilità strutturale tipica di questi tipi di costruzione.

Galxy S8, la fragilità del vetro

 

Non solo, ma c’è anche una larga utilizzazione del vetro per la scocca, che determina un’ulteriore fragilità strutturale.

Nella indagine svolta dal portale Motherboard, risulta inequivocabilmente che il Galaxy S8 ha richiesto una grande quantità di interventi finora.

Tuttavia, e questo è rimarchevole, risulta anche che il costo degli interventi è accettabile.

Mentre uno schermo del Galaxy 7 costa sui 250, 300 dollari, e quello di un iPhone 7 sui 300 dollari, quello di un Galaxy S8 costa poco più di 200 dollari.

Nonostante quindi il pannello OLED e la nuovissima tecnologia Infinity display, ci si può stare.

Immaginiamo che col passare del tempo, anche questo prezzo diminuisca, non fosse altro perché la tecnologia della diminuzione al massimo delle dimensioni delle cornici, sta prendendo sempre più piede.

Per dare più spazio allo schermo, e quindi alla visione, nei prossimi anni assisteremo alla produzione di cellulari tutto vetro, e non potrebbe essere altrimenti.

Conclusione? Molto semplice, anche in base a quello che è stato già detto. Massima attenzione al proprio Galaxy S8, e fornirsi di una eccellente cover che deve diventare tutt’uno col cellulare da subito.

Next Post

Vaccini, il testo di legge della Lorenzin al vaglio del CdM 

Il testo di legge sui vaccini presentato da Beatrice Lorenzin è al vaglio del Consiglio dei Ministri (CdM). Dopo le polemiche, arriva il testo sui vaccini presentato al Consiglio dei Ministri dalla Lorenzin, gli strafalcioni televisivi dei 5 Stelle e chi più ne ha più ne metta, finalmente arriva quello […]
Vaccini, il testo di legge della Lorenzin al vaglio del CdM