Samsung Galaxy S8, lo smartphone del riscatto

Redazione

Cresce la curiosità intorno al Samsung Galaxy S8 che per il colosso sudcoreano dovrebbe essere lo smartphone del riscatto.

Samsung Galaxy 8 per dimenticare il Galaxy Note 7

Il Galaxy Note 7 per Samsung è stato un fallimento da far dimenticare al più presto. Ecco perché dopo l’annuncio del Galaxy S8, il mercato degli smartphone è andato in fibrillazione. Tutti si aspettano un dispositivo rivoluzionario: il meglio del meglio. Perciò la caccia ai rumors, che si è aperta già da un bel po’ di tempo, incalza. Tutti avidi di conoscere le novità tecnologiche che Samsung ha integrato nel suo ultimo top di gamma.

Come sarà il design e quali sorprese ci attendono sul fronte della dotazione hardware? Ognuno dice la sua. Una cosa è certa: il lancio del Galaxy S8 potrebbe non esserci in occasione del Mobile World Congress di Barcellona 2017. Non c’è conferma di questo da parte del produttore coreano ma in tanti si dicono convinti che Samsung si prenderà tutto il tempo che gli occorre per evitare che non ci sia più in futuro un “Note 7 bis”.

Samsung Galaxy S8, un nuovo design

Pare che il Galaxy S8 avrà un design completamente diverso dai modelli che lo hanno preceduto. Si dice, infatti, che Samsung, pur lasciando invariate le dimensioni del dispositivo, incrementerà lo screen-to-body ratio (oltre il 90%). Lo schermo potrebbe essere di tipo OLED, curvo su tutti i lati e dovrebbe ricoprire quasi l’intera superficie frontale. Non ci sarà più il pulsante Home e al suo posto troveremo, sotto il display, un pulsante virtuale e un lettore di impronte digitali ottico. Giacché la fotocamera frontale ci sarà ancora, sopra resterà una piccolissima cornice.

Samsung Galaxy S8, specifiche tecniche

Alcune voci parlano di due versioni del Galaxy S8: 5,1 e 5.5 pollici di diagonale. Entrambi adotteranno un display edge con risoluzione Quad HD (2560×1440 pixel). Altre indiscrezioni invece vogliono un Galaxy S8 sempre in due varianti ma da 5,7 e 6,2 pollici con risoluzione 4K. Samsung davvero potrebbe utilizzare pannelli Super AMOLED così grandi? Improbabile giacché i costi di produzione salirebbero alle stesse mentre, al contrario l’autonomia diminuirebbe e non di poco. Certo ci sarebbe una migliore esperienza visiva con i visori per la realtà virtuale, ma a che prezzo?

samsung-galaxy-s8-immagine

Galaxy S8, altre dotazioni hardware

Il processore potrebbe essere l’innovativo Snapdragon 835 che, in alcuni Paesi potrebbe essere sostituito da nuovo Exynos 8895. Galaxy S8 dovrebbe poter contare su 6 GB di RAM LPDDR4, 32/64/128 GB di memoria flash UFS 2.0 e uno slot microSD. Sulle fotocamere si sa poco. Forse ci sarà un miglioramento dei sensori rispetto a quelli del Galaxy S7, e probabilmente sul lato posteriore potremmo trovare la doppia fotocamera.  Come Apple anche Samsung pare abbia deciso di eliminare il jack audio da 3,5 millimetri, strategia che costringerà gli utenti all’uso di auricolari Bluetooth o USB Type-C. Ovviamente è certa la certificazione IP68.

Galaxy S8, altre novità

Si parla di una novità molto interessante: nel Galaxy S8 potrebbero esserci altoparlanti stereo progettati in collaborazione con Harman, l’azienda che a metà novembre 2016 è stata acquisita da Samsung, e lo scanner dell’iride, già visto sul Galaxy Note 7. Grazie a questa tecnologia di autenticazione biometrica si potrà sbloccare lo smartphone e accedere ai servizi online.

Samsung Experience, OS e intelligenza artificiale

Per quanto riguarda il sistema operativo molto verosimilmente troveremo Android 7.1.1 Nougat.  Inoltre potrebbe essere sostituita l’interfaccia TouchWiz con la nuova Samsung Experience, che includerà molti elementi grafici e funzionalità dalla Grace UX del Galaxy Note 7. Per quanto riguarda l’intelligenza artificiale, il Galaxy S8 potrebbe contare su Bixby, l’assistente personale sviluppato da Viv Labs, azienda di proprietà Samsung da ottobre 2016. Questo “maggiordomo digitale” sfrutterà i più avanzati algoritmi di intelligenza artificiale per rispondere in maniera precisa alle esigenze degli utenti.

Next Post

Empoli, troppe prostitute in città: 12 ogni 100 metri

Sovrabbondanza di prostitute a Empoli, in cento metri se ne trovano almeno 12. In Viale Buozzi il fenomeno è fuori controllo, ma anche in Piazza Matteotti, luogo in cui si fa sesso di giorno. E perfino nella zona industriale e in altre vie dove i clienti sono adescati addirittura dalle […]
Empoli, troppe prostitute in città: 12 ogni 100 metri