“San Andreas”, al cinema il film che parla di un terribile terremoto

Redazione

E’ stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi lo scorso 29 maggio e nelle sale cinematografiche italiane il 28 maggio. Stiamo parlando nello specifico della pellicola del nuovo film catastrofico del 2015 diretto dallo scrittore e regista canadese Brad Peyton ed intitolato “San Andreas”, conosciuto anche con il titolo “San Andreas 3D”. La pellicola racconta di un soccorritore aereo che torna a Los Angeles, dopo un devastante terremoto, con l’obiettivo di salvare la figlia anche se questo, significherebbe, mettere a rischio la propria di vita.

Nella pellicola è presente un cast di artisti molto bravi e apprezzati in tutto il mondo, tra questi l’attrice e modella statunitense Alexandra Daddario, l’attrice statunitense Carla Gugino, l’ attore statunitense Paul Edward Valentine Giamatti semplicemente conosciuto come Paul Giamatti, l’ attore e modello statunitense Colton Haynes ed il celebre wrestler, attore e culturista statunitense Dwayne Douglas Johnson semplicemente conosciuto come Dwayne Johnson e “The Rock”.

E proprio quest’ultimo si è espresso sulla pellicola affermando “Quando capita un fenomeno naturale come il terremoto, non puoi rivolgerti alla tettonica delle placche o consultare esperti. Succede e basta. E tu sei da solo, in balia delle scosse. Non esiste preavviso. Certo, in un film come questo, le dimensioni della catastrofe sono estreme e sopravvivere sembra impossibile per tutto il genere umano. Ma volevamo raccontare anche la storia di una famiglia che ritrova il senso dell’unione in mezzo a tsunami e palazzi che vengono giù. La seconda parte è quasi tutta ambientata tra acqua e lamiere. Se non ho un futuro come pilota d’elicotteri, posso sempre provare con Baywatch”.

 

Next Post

Madre e figli si lanciano dal ponte di Ariccia

Una brutta storia quella che viene da Ariccia, cittadina della provincia di Roma: madre e figlio, 56 anni lei e 34 lui, si sono suicidati gettandosi dal ponte monumentale che sovrasta la cittadina. Il ponte è noto ai più come “ponte dei suicidi”, dato che negli anni molte persone hanno […]