Sanità, ora bisogna recuperare tutti gli “arretrati”
Sanita bisogna recuperare tutti gli arretrati

In queste settimane la sanità pubblica si è occupata, con tutti i mezzi che aveva a sua disposizione, dell’emergenza Coronavirus, blindando i reparti per evitare ulteriori contagi, e dando priorità solo ai contagi da Covid.

E non si poteva fare altrimenti, trovandosi dinanzi ad una pandemia mondiale che andava controllata e circostritta, ma purtroppo non si muore solo di Covid.

La stragrande maggioranza degli altri pazienti, quindi, sono stati costretti a rimandare cure ed interventi, ed ora si rischia un vero e proprio “ingorgo”.

A mettere in guardia sui rischi è Pierluigi Marini, presidente dell’Associazione chirurghi ospedalieri italiani e primario al San Camillo di Roma, che ha fatto sapere come sono saltati almeno 500mila interventi chirurgici e milioni di visite e di esami.

“È una situazione mai affrontata prima – ha detto -. Con la chiusura delle sale operatorie, con gli ospedali, almeno all’inizio, non attrezzati a percorsi Covid o completamente occupati dall’ emergenza del virus, il nostro lavoro si è interrotto quasi del tutto”.

Sanita bisogna recuperare tutti gli arretrati

“E nel nostro Paese abbiamo circa mille nuovi casi di cancro al giorno”, ha aggiunto Marini, che chiede investimenti rapidi e importanti sulla sanità, sia per assumere che per acquisire nuove tecnologie. 

“Dobbiamo tentare il recupero – ha spiegato ancora -. Ma se anche lavorassimo il 20% più di prima, impiegheremmo 11 mesi a raggiungere una cifra di interventi accettabile, che colmerebbe il divario che si è creato. Non è fattibile. Le conseguenze di questo accumulo sono spaventose”.

Ciro Indolfi, presidente della Società italiana di cardiologia, ha rincarato la dose: “Abbiamo avuto la metà di ricoveri di pazienti con infarto miocardico rispetto all’anno scorso e, tra chi si è ricoverato, la mortalità è triplicata. Siamo tornati indietro di 20 anni”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Dior acquisita da Arnault per 12 miliardi di euro

Anche Christian Dior SE finisce nelle mani del magnate francese Bernard Arnault…

Dazi, finalmente siglato il tanto sospirato accordo con la Cina

In questa lotta non ci sarebbero stati vincitori e sconfitti: a pagarne…