Santa Maria Capua Vetere, uomo ucciso forse per una rapina

Non si ferma l’escalation di violenza che sta imperversando sulle strade campane, e dopo gli ultimi efferati delitti delle ultime settimane, in cui sono stati coinvolti anche giovanissimi, stavolta tocca a un paese nel casertano, Santa Maria Capua Vetere.

Al momento nessuna ipotesi investigativa è esclusa, e potrebbe trattarsi anche di un agguato di matrice malavitosa, ma gli inquirenti sembrano propendere per una rapina finita nel sangue.

Un agricoltore, proprietario di un pescheto, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nel pomeriggio di ieri a Santa Maria Capua Vetere: l’uomo, un 59enne, è stato raggiunto da tre persone incappucciate nel suo fondo agricolo, tra San Tammaro e Santa Maria Capua Vetere, e ucciso. L’uomo è deceduto durante il trasporto all’ospedale.

Al momento non si conoscono ulteriori dettagli, pare però che i malviventi (sembrerebbe armati di pistola e coltello) volessero sottrargli i guadagni della giornata.

Sul posto sono intervenuti sia gli agenti del locale commissariato che i carabinieri della locale compagnia: le loro indagini cercheranno di scoprire dinamica esatta e movente.

Next Post

Elena Ceste chiesti dal pm 30 anni per il marito

Un omicidio che ha tenuta viva l’attenzione pubblica in tutti questi mesi: la 37enne di Torino, Elena Ceste, madre di quattro figli, scomparve dalla sua casa di Costigliole d’Asti il 24 gennaio 2014 e i suoi resti vennero trovati non lontano in un canale di scolo nelle campagne di Isola d’Asti, il 20 […]